Prendere consigli di moda da un robot

Prendere consigli di moda da un robot

È sbalorditivo come nel giro di dieci anni le nostre vite siano cambiate, e continuino a cambiare costantemente ogni giorno, grazie alla tecnologia: ormai non ragioniamo quasi più in base alle possibilità attuali che essa ci offre, ma lo sviluppo segue un ritmo talmente accelerato che siamo sempre proiettati in avanti.

Dopo il robot che può leggere le emozioni, stiamo per parlarti della macchina che è in grado di darti consigli di moda.

Non sai mai cosa metterti? Ecco, immagina di avere un personal shopper computerizzato che ti aiuta a risolvere i tuoi dubbi di moda: presto questa prospettiva potrebbe essere reale.

Alcuni ricercatori spagnoli dell’IRI (Institut de Robòtica i Informàtica Industrial), infatti, hanno sviluppato un algoritmo in grado di dare consigli sullo stile attraverso un’analisi delle ultime tendenze.

Il modello matematico, che utilizza dati provenienti da 144.000 utenti del sito chictopia.com, classifica i tuoi outfit, li compara con i dati, e poi elabora un’analisi delle tue scelte. Per farlo, l’algoritmo analizza i post pubblicati dagli utenti del sito, ed esamina i commenti attraverso un modello comportamentale, il rating e il numero di like.

Ma non solo: questa tecnologia sarà in grado di selezionare le scelte in base alle condizioni meteo, all’età dell’utente e addirittura alle tendenze della città in cui vive.

In pratica questa tecnologia analizza, seleziona, e convoglia tutte le variabili e i consigli di moda per aggiustare il tuo look.

Ed è solo il primo passo. Come hanno spiegato i ricercatori, “Pensiamo che questo modello matematico possa essere sviluppato e utilizzato non solo per selezionare le tendenze già esistenti, ma per analizzarne lo sviluppo e poter così costruire delle previsioni sulle mode future.”
Ancora non è chiaro quando l’algoritmo sarà disponibile per il mercato o che tipo di device lo supporterà, ma come hanno dichiarato i responsabili del progetto, quello della tecnologia applicata alla moda è un settore destinato a svilupparsi, come testimonia ad esempio l’introduzione, in alcuni negozi americani, degli smart mirrors: degli specchi a cristalli liquidi che registrano i tuoi cambi in camerino e ti aiutano a valutare le varie combinazioni e scegliere cosa acquistare.

Insomma: questi due esempi appena fatti non rappresenteranno una svolta copernicana, ma testimoniano molto bene come il legame fra vita quotidiana e tecnologia si faccia sempre più stretto.

Immagini: Copertina