Le incredibili immagini dei fondali inesplorati dei nostri oceani

Le incredibili immagini dei fondali inesplorati dei nostri oceani

“Se non esistessero i pesci riusciresti a immaginarli?” si chiedevano i Bluvertigo.

Ma se le “altre forme di vita” di cui parlava Morgan sono là fuori nell’Universo, quelle che stai per vedere sono là sotto, nell’Oceano.

Dal 9 al 30 aprile 2015, la spedizione NOAA Okeanos ha esplorato il fondale della fossa più profonda di tutto l’Oceano Atlantico: quella di Porto Rico.

Lì sotto, a più di 8.000 metri di profondità, nell’abisso Milwaukee e nelle zone vicino al canale di Mona e alle isole vergini si trovano ecosistemi misteriosi ancora inesplorati.

La spedizione ha scelto di setacciare questo tipo di fondali perché ricco dal punto di vista morfologico, con fosse, canyon, valli e depressioni.

Per arrivare a quelle profondità il gruppo di ricerca ha dovuto lavorare di squadra, con studiosi a riva e altri che su una barca, attraverso un telecomando a distanza, immergevano la telecamera e la guidavano negli abissi.

I dati raccolti dall’apparecchiatura sommersa venivano poi elaborati all’istante dalla barca e inviati a terra.

Durante 12 immersioni sono state riprese moltissime specie ancora sconosciute che vivono in questo fondale. Alcune sono rarissime, ma la maggior parte non ha ancora un nome.

Pesci, coralli e centinaia di invertebrati.

La profondità ha permesso a questo ecosistema di rimanere praticamente intatto, protetto e conservato.

Un’enorme percentuale dei fondali oceanici è ancora inesplorata e guardando questo breve video è possibile avere anche solo una minima idea di ciò che non abbiamo ancora scoperto.

Immagine via YouTube