In bici da Crotone a Torino per ricordare il figlio, vittima di un incidente stradale

In bici da Crotone a Torino per ricordare il figlio, vittima di un incidente stradale

Lo sport ha una qualità difficile da reperire in altri ambiti della vita: riesce a mostrare valori come il coraggio, il sacrificio e la destrezza attraverso imprese che si possono ammirare e valutare con semplicità. Le storie sportive hanno sempre qualcosa da insegnare. E quest’anno ce l’ha dimostrato il Crotone, squadra di Serie A allenata da Davide Nicola: che a metà campionato sembrava già retrocesso, ma che non ha mollato ed è riuscito miracolosamente a salvarsi.

Quella di Nicola, però, non è soltanto una storia sportiva: l’allenatore negli ultimi anni ha vissuto momenti davvero tragici, dopo aver perso il figlio in un incidente in bicicletta nel 2014. Una volta ottenuto questo straordinario risultato professionale, l’allenatore ha deciso di onorare la memoria del figlio con un’impresa: percorrere 1000 chilometri sulle due ruote.

Nel girone d’andata il Crotone aveva totalizzato soltanto nove punti e già a dicembre le speranze erano quasi inesistenti. Nella seconda parte di stagione, però, l’impensabile: 25 punti conquistati, di cui 20 nelle ultime nove gare. A poche giornate dal termine, quando ancora il risultato della stagione era disperatamente in bilico, il tecnico Davide Nicola aveva fatto pubblicamente una promessa, “se ci salviamo, vado da Crotone a Torino in bici”. E l’ha mantenuta.

crotone

Lo scorso 8 giugno Nicola è partito dalla città calabrese con la sua bicicletta da corsa, e in nove giorni ha risalito tutta l’Italia, passando da Taranto, Bari, Pescara, Ancona e Livorno. Fino ad arrivare a Vigone, il suo paese di residenza (dove è morto il figlio Alessandro a soli 14 anni anni), a pochi passi da Torino.

L’evento è stato seguito con molta attenzione dai media sportivi e ha assunto una valenza sociale di sensibilizzazione importante. L’addetto stampa del club calabrese, Alessio Masi, per rendere onore alla vicenda della famiglia Nicola, ha raccolto i patrocini di associazioni importanti, come quella Familiari e Vittime della Strada e la Federazione Italiana Amici della Bicicletta. C’è anche una tv al seguito, quella di Sky, che ha fatto un resoconto giornaliero dell’impresa di Nicola.

crotone-2

Il sostegno che l’allenatore del Crotone ha ottenuto di giorno in giorno è stato veramente stupefacente: i tifosi di tutta Italia si sono informati sugli sviluppi del suo percorso, e l’hanno raggiunto lungo la strada per salutarlo. Accanto a Nicola ci sono stati anche colleghi del mondo del calcio e dello sport, che per qualche tratto hanno pedalato insieme.

Sono realtà come questa che testimoniano come i valori dello sport e della solidarietà possano aiutare a superare anche i momenti più difficili. Sulla pagina Facebook del Crotone puoi rileggere il diario delle varie tappe e il racconto di questa bellissima avventura.

Immagini: Copertina | 1 | 2