L'auto che si guida da sola è realtà

L'auto che si guida da sola è realtà

Quest’estate, 25 auto speciali guideranno da sole per le strade della California. No, non è uno scherzo, è il grande progetto di Google pronto a fare il suo debutto in strada.

La Google Car promette di essere un veicolo straordinario: svolgerà autonomamente tutto il carico di guida, portando chiunque, anche chi non ha la possibilità di guidare, a destinazione, e stravolgendo così il concetto di mobilità che abbiamo conosciuto fin qui.

“L’automobile che si guida da sola”, ha detto Chris Urmson, ideatore e capo del progetto di Google Car, “ridurrà del 94% gli incidenti stradali causati da errore umano e azzererà le ore che si perdono normalmente nel traffico.”

La macchina infatti è in grado di rispettare le distanze di sicurezza e la velocità, due delle principali cause di ingorgo cittadino.

Tra un mese alcuni prototipi lasceranno i circuiti di prova dove hanno girato per mesi e saranno messi in strada, sotto la supervisione di piloti d’emergenza.

L’obiettivo è quello di testare la guida nell’imprevedibile traffico cittadino ed entro cinque anni metterle sul mercato.

I veicoli sono stati selezionati dopo mesi di prova e i software di guida montati sopra le auto hanno percorso più di un milione di chilometri.

Equivalenti a 75 anni di esperienza di guida di un adulto.

I prototipi possono frenare e riconoscere ostacoli e i pericoli su strada senza intervento umano. La velocità di prova sarà massimo di 40 km/h.

Essendo elettriche vanno ricaricate ogni 130 chilometri.

“Vogliamo vedere come gli autisti accoglieranno nelle loro strade la nostra macchina”, ha spiegato Urmson, “e se le cose vanno come previsto vorremmo programmare la macchina in base alle scelte e preferenze degli autisti”.

Immagine via YouTube