Questo designer olandese vuole rendere la bicicletta ancora più green

Questo designer olandese vuole rendere la bicicletta ancora più green

È possibile rendere ancora più green una bicicletta? Il designer olandese Daan Roosegaarde vuole provarci. Già famoso al grande pubblico per le sue iniziative di riqualificazione urbana basate sulle energie rinnovabili (autore anche di una splendida pista ciclabile ad Amsterdam che di notte si illumina) Daan è oggi uno dei designer più interessanti (e affidabili).

[advertise id=”hello-amazon”]

Per il suo straordinario progetto non si limiterà soltanto a creare modelli di biciclette più comodi e resistenti per la vita di tutti i giorni in città, ma vuole creare un sistema che “mangia lo smog” mentre pedaliamo.

Ma come? La bicicletta, dotata di una specie di aspiratore attaccato al manubrio, raccoglie l’aria inquinata e la depura a ogni pedalata.

“La bicicletta”, ha detto Roosegaarde in un’intervista a Dezeen: “fa parte di un progetto che coinvolge l’Olanda, Pechino e altre città in Cina, per riportare la bicicletta al centro della mobilità urbana e trasformare i cittadini da problemi per l’ambiente soluzioni”.

Il progetto, ancora in divenire, gli è stato ispirato dopo il workshop “Smog Free” tenuto a Pechino e che lo ha coinvolto insieme all’artista Matt Hope e il professor Yang dell’università di Tsinghua.

Quello che potrebbe sembrare un’idea fantascientifica su due ruote in realtà sfrutterà lo stesso principio che è stato sviluppato per la “Smog Free Tower”, ma in scala più piccola.

La torre, alta circa sette metri, sembra un monolite alieno e si trova a Rotterdam, la città in cui lavora Daan. Questa torre è in grado di catturare e rimuovere fino al 70% i livelli di PM10 e fino al 50% i PM 2,5.

Si creano dei campi di elettricità statica che attraggono e trattengono le polveri sottili. Alla fine del processo, lo smog viene cristallizzato in piccole pietre a forma di cubo. L’aria—al 75% più pulita di quella entrata—viene infine rimessa in circolo. Funziona con l’energia eolica e non consuma quasi nulla.

Il professor Bert Brocken dell’università di Eindhoven ha dichiarato che quando “la torre si trova in uno spazio raccolto e chiuso i benefici possono essere anche maggiori”.

Come per la “Smog Free Tower”, un progetto a cui Daan ha lavorato per 3 anni, questa nuova avventura siamo sicuri che vedrà presto la luce. La speciale bicicletta è pensata soprattutto per il mercato cinese, provando a risolvere uno dei problemi di inquinamento più difficili al mondo, dando la possibilità a migliaia di cittadini di fare il loro. Si partirà da Tianjin, per poi arrivare in altre parti della Cina, fino a raggiungere l’India.

Se vuoi informarti sui nuovi progetti e sugli sviluppi dello “Smog Free Project” di Daan Roosegaarde ti consigliamo di dare un’occhiata al suo sito ufficiale.

Immagine via Instagram