I volti delle donne nell'arte: 500 anni di bellezza in 3 minuti

I volti delle donne nell'arte: 500 anni di bellezza in 3 minuti

Spesso ci interroghiamo su come sia cambiato il concetto di bellezza nell’ultimo secolo, parlando di canoni certo, ma anche di trasformazioni nella comune percezione, dovute ai tanto abusati programmi di ritocco per immagini, uno su tutti il caro vecchio Photoshop.

Facendo qualche passo indietro nel tempo, possiamo notare come anche i volti delle donne nell’arte siano stati lo specchio dei cambiamenti all’interno della società e dei costumi che la caratterizzavano. Mettendo in successione i più grandi capolavori dei grandi artisti che hanno fatto la storia dell’arte, dal Rinascimento al Cubismo, scopriamo quanto sia cambiata la fisionomia femminile in 500 anni di storia dell’arte.

Il video qui sotto racconta questo cambiamento attraverso una novantina di capolavori dell’arte degli ultimi secoli, citando i dipinti dei grandi artisti italiani, come ad esempio Leonardo Da Vinci, Raffaello, Tiziano, Botticelli, Antonello da Messina e di quelli stranieri, come Albrecht Dürer, El Greco, Manet, Gauguin, fino ai geni del novecento Picasso e Dalì.

Dal volto sfuggente, ironico e sensuale della Gioconda di Leonardo a quello rappresentante l’energia vivificatrice della Venere botticelliana, un excursus nel mondo femminile visto dai più grandi pittori di tutti i tempi. Il video, creato da Philip Scott Johnson, è stato realizzato con Abrosoft Fantamorph nel 2007 ma, grazie all’incredibile interpretazione visiva che dà dell’arte, resta sempre attuale. Per la qualità dell’idea e la ricerca è stato anche nominato nella categoria video più creativo agli YouTube Awards. Le immagini sono accompagnate dalle suggestive note di Bach con Suite for Solo Cello No. 1 in G Maggiore suonata dal grande violoncellista cinese Yo-Yo Ma.

Immagine tratta da YouTube