E-learning: Coursera e altre piattaforme online con i corsi gratuiti

E-learning: Coursera e altre piattaforme online con i corsi gratuiti

Seguire dei corsi di formazione in e-learning non è più una modalità riservata esclusivamente ai nativi digitali, l’offerta di corsi online gratuiti è talmente ampia che sarebbe uno spreco e un peccato non approfittarne. L’acronimo MOOC sta per (tradotto in italiano) “corsi online aperti a tutti” e stanno diventando una variante molto comune e utilizzata di formazione a distanza. La formula è vincente: un unico docente che con la sua lezione può raggiungere un numero molto vasto di studenti in tutto il mondo. Ma come funzionano questi corsi?

La maggior parte è offerta da piattaforme a questo dedicate nelle quali una volta iscritti si possono seguire corsi registrati o in diretta streaming su tutti gli argomenti. Una delle piattaforme più grandi e famose è la piattaforma america Coursera. Nonostante sia stata fondata pochi anni fa, nel 2012, Coursera è oggi una delle più conosciute. Fondata da Andrew Ng e Daphne Koller, due professori di Scienze Informatiche di Stanford, Coursera ha come focus l’apprendimento online, attraverso cioè strumenti digitali, ed è utilizzata da moltissime università. Da subito ha iniziato a collaborare con l’Università di Stanford, della Pennsylvania, l’Università del Michigan, Princeton.
Utilizzare Coursera è molto semplice: ci si iscrive gratuitamente, si consulta un vastissimo catalogo di corsi in tutte le lingue (al momento sono 897) e si prenota il corso che si vuole seguire. Anche se la maggior parte dei corsi è in inglese ce ne sono alcuni in italiano. Perché tra le cento università coinvolte figurano anche La Sapienza di Roma e la Bocconi di Milano (i cui corsi sono stati seguiti da tredicimila studenti). Essendo una piattaforma Coursera si limita ad ospitare i corsi che di fatto appartengono alle diverse università che li erogano. Oltre ai corsi sono disponibili forum per gli studenti ed i docenti: uno spazio per il confronto molto utile per questo metodo innovativo di formazione globalizzata ma soprattutto gratuita.

Le piattaforme di corsi gratuiti online sono molteplici, oltre a Coursera potete dare un’occhiata ai corsi promossi dal MIT, il Massachusetts Institute of Technology, corsi dei quali è possibile scaricare tutti i materiali, come ad esempio le slide, o potete visitare Udemy, una piattaforma il cui sito è in italiano – e quindi maggiormente fruibile -, che contiene più di ventimila corsi tra cui quelli di musica, di design,  di lingua, di fitness, di sviluppo personale.

Un’altra piattaforma che offre corsi di diverse discipline è Class Central, in cui si possono trovare anche corsi di materie umanistiche, mediche, psicologiche.
Uno dei più importanti siti resta Open Culture un aggregatore che racchiude di tutto, non solo una grande varietà di corsi ma soprattutto offre una grande varietà di strumenti mediatici: lezioni video, lezioni audio, lezioni con supporto grafico, slide.