L'Eroica: la gara di ciclismo d'epoca che percorre le strade più belle del Chianti

L'Eroica: la gara di ciclismo d'epoca che percorre le strade più belle del Chianti

Negli ultimi mesi ti abbiamo mostrato molti percorsi di bike nel mondo: dallo Yorkshire, alla Mozart-Radweg, fino ai più bei panorami degli Stati Uniti. Stavolta, invece, vogliamo parlarti di un percorso italiano storico, l’Eroica: una corsa cicloturistica d’epoca nata nel 1997 per riproporre il ciclismo nel mito delle strade del Chianti.

Oggi è un evento mondiale, su un percorso permanente segnalato e frequentato, che prevede ben 110 chilometri bianchi sui 205 del totale. Si svolge la prima domenica di ottobre—quest’anno il 1 ottobre—, ma la manifestazione parte già nei giorni precedenti. Perché l’Eroica è diventata anche un’occasione per mostre, mercatini di settore iniziative culturali.

Quella di quest’anno sarà la ventunesima edizione, e i partecipanti previsti saranno circa 7000, provenienti da 50 paesi diversi. La manifestazione è aperta a tutti, ma solitamente i partecipanti amano prendere parte alla manifestazione utilizzando biciclette d’epoca: telaio in acciaio, leve del cambio sul tubo obliquo del telaio, pedali con gabbietta, ruote con minimo 32 raggi.

eroica-1

L’Eroica, si legge sul sito, prevede quattro percorsi differenziati: 209 km, 135 km, 75 km, 38 km. Ogni partecipante ha la facoltà di scegliere il percorso a lui più adatto e la scelta deve essere indicata al momento dell’iscrizione. È comunque possibile cambiare il tipo di percorso fino al momento della partenza senza penalità. I partecipanti di età compresa tra i 15 e i 18 anni saranno ammessi alla partenza per i soli percorsi da 38 e 75 km. Gli over 65 saranno ammessi alla partenza per i soli percorsi da 38, 75 e 135 km.

Il percorso parte da Gaiole in Chianti e percorre alcune delle zone più belle del senese: come il tratto che va dal Castello di Brolio fino a Colle Malamerenda e Radi, immerso fra le salite e i declivi delle colline senesi, fra quei piccoli borghi storici toccati anche dalla Via Francigena.

eroica-2

Si prosegue poi per il Castiglion del Bosco, una strada bianca davvero impegnativa, fino a che non si arriva a Montalcino: la porta che affaccia sulla Val d’Orcia. Proseguendo, il corteo di bici d’epoca arriva fino alle Crete senesi, dove si possono ammirare i caratteristici calanchi e biancane. Questa parte del percorso include il difficile tratto di strada bianca di Monte Sante Marie, famoso per un saliscendi che non lascia il tempo di riprendere fiato.

Il ritorno verso il Chianti passa da Castelnuovo Berardenga, il paese al confine con le Crete senesi. La strada che sale verso Vagliagli e poi Radda in Chianti è un’alternanza di vigneti e bosco prima dell’ultima, indimenticabile, discesa verso Gaiole in Chianti, passando dal bel borgo di Vertine.

Se anche tu vuoi partecipare alla corsa ciclistica “L’Eroica” leggi il regolamento sul sito ufficiale.

Immagini: Copertina | 1 | 2