Facebook conosce sempre meglio i tuoi gusti

Facebook conosce sempre meglio i tuoi gusti

Fino a oggi per manifestare il tuo apprezzamento su Facebook dovevi mettere un like o in alternativa commentare il post. In questo modo tornato sulla home page avresti visualizzato prima di tutto le pagine e gli amici con i quali c’era stato il maggior numero di interazioni.

Qualche giorno fa però, sul blog ufficiale di Facebook, due ingegneri informatici, Ansha Yu e Sami Tas, hanno reso nota l’ultima piccola modifica che cambierà la tua sezione “notizie”.

Vediamo di che cosa si tratta.

Né like, né condivisioni, né commenti: in futuro si terrà conto del tempo che trascorrerai a leggere i post.

Questo sarà possibile grazie a un nuovo algoritmo. Per capire quanto tempo passi a leggere ogni post, l’algoritmo comincia a contare i secondi in cui smetti di scorrere la pagina.

In questo modo, scrivono i due ideatori, “potremmo essere in grado di posizionare post simili a quello su cui ti sei soffermato nella sezione più alta delle notizie”.

Ma se ad esempio sei lento nella lettura, o la tua connessione non è veloce cosa succederà?

I due ingegneri hanno previsto anche questo. Siccome il tempo di lettura di un post dipende da molti fattori Yu e Tas hanno calibrato l’algoritmo sulle tue abitudini personali, raccogliendo i tuoi dati sui tempi di lettura per capire le tue abitudini.

A questo punto una domanda sorge spontanea: un profilo Facebook così personale, in linea con i tuoi gusti più privati, non rischierà di rendere più noioso e imprevedibile un social network che come scopo iniziale aveva quello di metterti in contatto con il mondo e non soltanto con te stesso?

Immagine via Flickr