Fenomeno web series: un successo virale

Fenomeno web series: un successo virale

Storie pensate per il web che fanno sfoggio di talento e versatilità con un’altissima qualità di riprese e sceneggiatura: le web series, il fenomeno più innovativo nello scenario della produzione narrativa audiovisiva.

Una vera rivoluzione di idee, intuizioni creative, sperimentazioni che approdano nel web con contenuti video seriali che sta rapidamente guadagnando l’attenzione degli utenti  e degli “addetti ai lavori”. Le web series rappresentano la creatività e il coraggio di osare, perché il web permette delle declinazioni molto veloci e a low budget. Grazie alla natura episodica inoltre, sono perfette per creare una relazione di continuità con lo spettatore.

Per questi motivi le web series sono un’opportunità da sperimentare, un modo originale per offrire punti di vista nuovi e inconsueti.

Anche numerosi  brand e aziende hanno intuito il potenziale tutto ancora da esplorare che offrono le web series: mentre in Italia il mercato è ancora poco maturo, e sono pochi i casi di serie che vanno oltre la prima stagione, negli Stati Uniti fanno già registrare guadagni da capogiro.

Potete vedere le puntate sui canali più famosi: tre quarti dei prodotti infatti passano da YouTube in quasi tutti i paesi (Usa, Spagna, Italia, Uk) ad eccezione della Francia, che preferisce DailyMotion.

Ecco le 10 web series da non perdere:

1) House of Cards
Decisamente la web serie più seguita e attesa. Una serie americana prodotta da Netflix che ha appena distribuito la seconda stagione sul suo sito. Grande cast, storia avvincente, milioni di fan: un budget che fa la differenza e permette di avere come protagonisti, attori del calibro di Kevin Spacey e Robin Wright. Una web serie premiata agli Emmy Awards che la Apple ha scelto per operazioni di product placement. Unica serie di altissimo livello.

2) The Pills
Il fenomeno italiano delle serie create per il web. Il primo episodio è andato in onda nell’autunno del 2011. Ambientata a Roma, il collettivo di autori comici romani (Luca Vecchi, Luigi Di Capua, Matteo Corradini) che la interpreta, riscuote un successo inarrestabile. Puntate in  bianco e nero e citazioni cinematografiche gli ingredienti vincenti di una produzione low budget ad effetto.

3) Soma
Se la maggior parte delle web series italiane hanno un’impronta comica, Soma ricorda le serie americane per la sceneggiatura profonda, il livello della fotografia e della colonna sonora ed un’ interpretazione che fa pensare alle web series come opere di qualità e non più di serie B.

4) Dead boy
Italiana, trasmessa finora su TvZap e sul sito di Radio Deejay, Dead Boy è stata selezionata al LaWebFest, il Festival di Los Angeles dedicato alle web series, durante il quale verranno trasmesse le ultime due puntate della serie che parla di amicizia, vampiri e organizzazioni segrete.

5) Geekerz
La serie che miscela horror e comedy per un risultato davvero intrigante. Regia eccellente, recitazione di qualità, Geekerz promossa dagli utenti una delle migliori web series italiane.

6) Social Dead
Che cosa succederebbe se Facebook chiudesse? È l’idea alla base di questa web serie italiana il cui sviluppo è geniale. Premio alla creatività.

7) La mamma imperfetta
La web serie scritta e diretta da Ivan Cotroneo e prodotta in due stagioni da RCS, Indigo Film e Rai Fiction, è diventata serie tv e poi è stata venduta negli Stati Uniti e presto diventerà un lungometraggio per il cinema.

8) The Vessel
Non possono mancare altre serie americane: in The Vessel una coppia gay chiede alla loro migliore amica di portare in grembo il loro bambino. Commedia molto divertente e ben fatta.

9) Subclass 417
Forma di documentario per questa web serie su due attori ventenni che approfittano del visto Working Holidays Visa per lavorare in Australia.

10) New Roots in the Bronx
Una web serie sul no profit per raccontare come opera l’IRC (International Rescue Committee). 12 episodi che seguono la storia di alcuni rifugiati nel loro tentativo di adattamento alla vita negli Stati Uniti.