La

La "foresta storta" in Polonia è ancora un mistero per la scienza

La natura è spesso capace di superare la nostra più fervida immaginazione. E così ci mostra fenomeni misteriosi che cerchiamo in tutti i modi di decifrare. Ci mostra eventi che appaiono inspiegabili e che riescono anche a dare vita a scenari bellissimi.

Uno dei primi che ci viene in mente è sicuramente quello magnifico del deserto fiorito di Atacama. Un fenomeno ossimorico da lasciare senza parole. Ma nascosti tra le bellezze del mondo ce ne sono anche altri di casi incredibili e altrettanto affascinanti.

Uno di questi si trova ad esempio in Polonia. Nel distretto di Gryfino, per la precisione, si trova una foresta in cui sono cresciuti circa 400 pini ricurvi. Alla base di queste conifere, infatti, il tronco subisce una curvatura di circa 90 gradi, per poi raddrizzarsi come una specie di punto interrogativo.

Ci sono anche altri casi di alberi piegati in questo modo, ha scritto la giornalista Joanna Klein sul New York Times: “Ma non così tanti e così ordinatamente come in questa foresta”.

Da molti anni si sono avvicendati tantissimi ricercatori che hanno analizzato il fenomeno provando a dare una propria motivazione. Ma ancora oggi la scienza non ha trovato una risposta unica e definitiva che faccia chiarezza una volta per tutte.

Attorno a questa foresta circolano da tempo diversi miti e leggende. Le cause magiche sono per ora le uniche in grado di spiegare la strana conformazione. Visto anche che intorno a questo gruppo di alberi ricurvi crescono piante del tutto normali.

Sembra un luogo incantato questa foresta situata nel nord-ovest della Polonia, la Crooked forest, ambientazione perfetta di leggende inquietanti. La particolarità che la rende unica è la forma degli alberi, che hanno una curva alla base del tronco pur essendo sviluppati in altezza. Per questo viene chiamata Foresta storta. L'origine a quanto pare è ancora un mistero: c'è chi ipotizza che la piega degli alberi sia dovuta all'assenza di luce, chi ritiene dipenda dal passaggio di carri armati ai tempi della guerra e non mancano le ipotesi più bizzarre tipo l'intervento degli alieni. Sta di fatto che si tratta di una destinazione imperdibile per i turisti alternativi. L'altra foresta in foto è invece situata al confine con la Bielorussia ed è chiamata #bialowiezaforest, antica foresta vergine che appartiene al Patrimonio dell'umanità. Oggi sulle stories esploriamo queste meraviglie verdi. #mirabilintograndtour #Polonia (repost: @mybonbonvoyage)

A post shared by Multiethnic?Travel Illustrator (@mirabilinto) on

La “foresta storta”: un luogo infestato

Secondo gli abitanti del luogo gli alberi storti della foresta sono così perché avrebbero subito l’influsso degli spiriti che la abitano. La zona sarebbe un luogo magico. Nel video qui sopra, realizzato dalla redazione Podróże Busem Przez Świat puoi vedere in alta definizione un’escursione all’interno della foresta. In effetti, a vederli da vicino, alcuni di questi alberi hanno una curvatura del tronco incredibilmente perfetta.

Qualcuno ha pensato al peso della neve, per lunghi periodi. Ma non si capisce perché non abbia nevicato anche sugli alberi vicini.

La “foresta storta” dalla mano dell’uomo

Qualcuno pensa invece che la curvatura sia dovuta all’assenza di luce, chi invece pensa che si tratti di una modifica per permettere il passaggio dei carri armati durante la seconda guerra mondiale.

“Non è così facile dare una spiegazione”, ha detto William Remphrey, scienziato in pensione che ha lavorato per l’università di Manitoba. William aveva scoperto una mutazione genetica che ha causato la curvatura di un gruppo di alberi di pioppo in Canada. Ma in quel caso la curvatura aveva coinvolto tutto il tronco. “Se la ragione fosse genetica”, ha detto il dottor Remphrey: “Allora la curvatura non si sarebbe fermata alla base”.

Per ora, l’unica spiegazione scientifica più credibile riguarderebbe un intervento dell’essere umano all’inizio dello scorso secolo. Secondo questa versione, questa porzione di foresta sarebbe stata piantata a metà degli anni trenta da un gruppo di falegnami. La curvatura dei tronchi degli alberi sarebbe dovuta proprio al loro intervento. Verso il settimo anno di età, gli alberi sarebbero stati curvati attraverso dispositivi meccanici.

La foresta storta

La foresta storta, nel distretto di Gryfino

Nessuno è in grado di spiegare però per quale motivo questi falegnami siano intervenuti per curvare soltanto questa porzione di foresta. Cosa volevano provare? Forse volevano usare il legno curvo per mobili o altre costruzioni. Ma durante lo scoppio della guerra furono costretti ad abbandonare il lavoro.

Il villaggio che stava vicino alla foresta è stato completamente distrutto durante la seconda guerra mondiale. Con la sua distruzione è andato perduto anche, forse, il motivo per cui questi alberi sono stati piegati.

Immagini: Copertina