Le bellissime foto a colori di New York negli anni Quaranta

Le bellissime foto a colori di New York negli anni Quaranta

Con i suoi grattacieli, i suoi stradoni, e i centinai di pedoni che si muovono a suon di semafori, New York è sicuramente la città più famosa di tutti gli Stati Uniti. Grazie alle fotografie di Robert Frank, sappiamo benissimo che non tutte le città americane si presentano così, tutt’altro; eppure innumerevoli film e serie tv americane, quasi sempre ambientate qui, ci hanno un po’ indotto a crederlo.

Del resto, New York non è una città qualsiasi: è uno dei centri economici più importanti del mondo, sbuca sull’oceano Atlantico, ed è la metropoli più popolosa di tutti gli Stati Uniti, tanto che la sua popolazione di 8,5 milioni di abitanti raddoppia e supera i quattro milioni di Los Angeles, seconda città nazionale.

Quando si pensa, poi, agli italiani e New York, viene in mente subito Ellis Island, un isolotto artificiale, alla foce del fiume Hudson, in cui, tra il 1892 e il 1924, arrivarono 22 milioni di immigrati, tra cui molti italiani. Lì, dopo una lunga traversata, i viaggiatori di terza classe dovevano superare dei test di varia natura per essere ammessi nel Paese.

new york

Se, come dicevamo inizialmente, Robert Frank ha fotografato il “paesaggio americano reale” degli anni Cinquanta, è stato invece Lewis Hine a documentare al meglio ciò che succedeva a Ellis Island all’inizio del Novecento.

new york

Questi fotografi sono entrambi considerati due grandi della fotografia oggi, ma se sei curioso di vedere come si presentava New York negli anni Quaranta—ovvero dopo Lewis Hine e prima di Robert Frank—c’è una soluzione tanto semplice quanto suggestiva e a portata di mouse.

new york

Ovvero: entrare nell’archivio della Indiana University, dove sono state pubblicate online delle fotografie a colori della “Grande Mela” realizzate tra il 1941 e il 1943. A realizzarle, in quegli anni, è stato il fotografo amatoriale Charles W. Cushman. Dando una prima occhiata, ci si accorge subito che la metropoli di quegli anni è molto simile a quella ricostruita da Sergio Leone in “C’era una volta in America“.

new york

Nell’archivio, ci sono scatti tra i più disparati: si passa dagli ingorghi a South Street lungo l’East River, al quartiere finanziario di Wall Street, fino ad arrivare nel Lower East Side, quartiere pieno di botteghe e negozietti.

new york

E ancora: venditori ambulanti, la stazione della croce rossa, l’Empire State Building e moltissime scene di vita quotidiana.

P02303

Per vedere altre foto entra nell’archivio della Indiana University dove puoi ammirare oltre 150 scatti.

Immagini via Facebook