Questa casa ruota seguendo il movimento del sole

Questa casa ruota seguendo il movimento del sole

Lo sfruttamento dei raggi del sole per produrre energia pulita è un tassello importante nell’architettura e nell’urbanistica contemporanea. L’esigenza di coniugare strutture e abitazioni che siano in grado di risultare efficienti e moderne, riducendo l’impatto ambientale, è di vitale importanza non più per il nostro futuro, ma per il presente.

[advertise id=”hello-amazon”]

Nel mondo ci sono molti architetti che nel tempo si sono specializzati nella progettazione di edifici pensati per riuscire a sfruttare al meglio i pannelli fotovoltaici, e fra questi c’è Rolf Disch: un architetto tedesco che negli anni ha lavorato alacremente per far progredire quella che nell’ambiente viene definita “architettura solare“.

Il suo progetto più famoso è quello di Heliotrope, una casa capace di ruotare su se stessa per seguire il movimento del sole. In realtà esistono tre esemplari di questo progetto: il primo—e più famoso—realizzato a Friburgo nel 1994, e altri due che fungono da case-esibizione a Offenburg e Hilpoltstein, in Baviera.

sole-1

Heliotrope è stato il primo edificio al mondo capace di produrre più energia di quanta ne consumi: il consumo energetico, inoltre, è privo di emissioni e totalmente rinnovabile. Questo straordinario successo ha permesso a Disch di vincere moltissimi premi, come l’European Solar Prize e il Global Energy Award.

Questo è stato possibile non soltanto grazie all’innovativo sistema di rotazione dei pannelli montati sul tetto—che durante le ore diurne li espone costantemente alla luce del sole—ma anche a un ingegnoso sistema idrico che raccoglie nelle fondamenta l’acqua piovana e la purifica. I pannelli solari presenti sul tetto hanno una potenza nominale di 6,6 kW, e sono in grado di produrre da cinque a sei volte l’energia necessaria al fabbisogno dell’abitazione.

Il sistema di rotazione delle fondamenta della casa, poi—indipendente da quello dei pannelli fotovoltaici—fa sì che l’abitazione nei mesi invernali sia esposta al calore—le vetrate spesse da cui sono composte le superfici esterne catturano la luce, ma isolano termicamente l’ambiente—riducendo così l’energia necessaria al riscaldamento.

sole-3

Sul tetto dell’Heliotrope di Friburgo, poi, è presente anche un giardino—con una porzione interamente dedicata agli ortaggi—che si autoalimenta grazie alla depurazione e al riciclo delle acque scure di concimazione. Ogni forma di energia viene riciclata in questo straordinario edificio.

Il progetto di Rolf Disch è stato un vero e proprio esempio su cui si sono basati i lavori di moltissimi altri architetti: e ancora oggi rappresenta un faro per lo sviluppo dell’architettura contemporanea.

Immagini: Copertina | 1 | 2