L'importanza di guardare fuori dalla finestra

L'importanza di guardare fuori dalla finestra

Probabilmente, ti sarà capitato di voler stare un po’ solo con te stesso. Per quanto sia indubbio che siamo degli animali sociali, è altrettanto vero che ritagliarsi il proprio spazio sia importante per riflettere su ciò che ci è accaduto durante la giornata, per prendere decisioni importanti o più semplicemente per riposarsi.

Puoi farlo in diversi modi: leggendo un libro, ascoltando della bella musica, correndo al parco o, se sei tra i più coraggiosi, partendo per un viaggio senza alcun tipo di accompagnatore. Per ricaricare le energie e diminuire l’accumulo di stress, però, secondo School of life, basterebbe un gesto anche molto meno eclatante: guardare semplicemente fuori dalla finestra di casa tua.

Infatti, nel video, intitolato The Importance of Staring Out Of The Window, si spiega come questo esercizio non serva per osservare ciò che accade all’esterno, ma ciò che ci accade all’interno. “Il punto cruciale di guardare fuori dalla finestra è, paradossalmente, non capire cosa sta succedendo fuori. È un esercizio per focalizzarsi di riflesso sulla nostra mente e scoprire quello che nascondiamo”.

In sostanza, non si tratterebbe affatto di uno spreco di tempo, ma di un esercizio mentale per comprendere ciò che ci passa per la testa. Mentre ci viene istintivo percepire come ci sentiamo, cosa pensiamo o sta succedendo, “raramente percepiamo la complessità della nostra mente nella sua interezza.”

Di solito, tutto rimane “timido”, in un sostrato nascosto e sostare alla finestra sarebbe un ottimo modo per “ascoltare i suggerimenti e capire le prospettive” che ci attendono in futuro. D’altronde, come suggeriva Platone, la mente è piena di idee che volano in maniera caotica nella mente e, per far in modo che queste vengano fuori, bisogna attraversare dei periodi di assoluta calma mentale.

Immagine via Flickr