Gli ingredienti più insoliti preferiti dagli chef stellati

Gli ingredienti più insoliti preferiti dagli chef stellati

Grazie ai talent show televisivi, il mondo della gastronomia negli ultimi anni ha ottenuto una grande visibilità e successo: i grandi chef stellati sono diventati vere e proprie celebrità, e tutti cercano di carpire i loro segreti e i loro metodi per cucinare.

Il sito FoodNetwork ha recentemente realizzato un’inchiesta—coinvolgendo moltissimi chef stellati, soprattutto statunitensi—per capire quali sono gli ingredienti preferiti dai professionisti più accreditati della cucina. Fra questi ci sono nomi come Ethan Stowell, Emeril Lagasse e Mary Sue Milliken.

Gli chef hanno presentato oltre 50 ingredienti: fra questi ce ne sono alcuni piuttosto inusuali—come la harissa, una salsa tipica del Marocco, il rafano o il kuzu (un prodotto granuloso che si ricava da una pianta orientale). Ma anche ingredienti molto comuni che usiamo tutti abitualmente in cucina.

Fra i più inusuali figurano sicuramente i Tasmanian Pepperberry: delle particolari bacche che provengono dall’Australia. “Talvolta vengono chiamati peperoni di montagna”, dice lo chef Troy Guard, “ma sono delle bacche calde con dei semi molto croccanti al centro. Li uso sia con la carne, che per creare delle salse come la vinaigrette. Sono deliziose grazie al loro gusto molto dolce.”

AUSTRALIAN MOUNTAIN PEPPER. Also known as Tasmanian Pepperberry this native Australian spice is prizes for its superior aroma, flavour and heat, yet it has all the classic characteristics of black pepper. It is HOT and very aromatic, they are sweet at first with a peppery aftertaste. Use in a peppermill in place of regular pepper. It is excellent in slow cooked dishes and with gamey meats. As it has intense heat a little goes a long way. It is also full of antioxidants and antimicrobial properties! #australianmountainpepper #austrailian #mountainpepper #tasmanianpepperberry #tasmanian #pepperberry #hot #aromatic #heat #fruity #pepper #slowcooking #antimicrobial #antioxidant #spice #spicemountain #spicemountainuk #borough #boroughmarket #stratford #westfields

A post shared by Spice Mountain (@spicemountainuk) on

Fra i prodotti meno usati nella cucina occidentale—ma piuttosto comune nei ristoranti asiatici—c’è il miso bianco. Ma questo ingrediente può essere benissimo introdotto in piatti che non hanno niente a che fare con la cucina giapponese o cinese. Come spiega Marcus Samuelsson: “È un ingrediente che aggiunge grande profondità al sapore dei piatti. Puoi usarlo sul pesce, usarlo nelle zuppe, o aggiungerlo alle insalate.”

Per gli amanti dei gusti forti, poi, ci sono i jalapenos sottaceto. “Li ho sempre nel mio frigo,” racconta Sunny Anderson. Li aggiungo nel purè di patate, li servo sulle uova, o li uso come condimento per insalate.”

Day 19. MAKE THIS. #pickledjalapenos #mycozyfallhome with @thenester

A post shared by Naomi Rempel (@hastobepretty) on

I prodotti classici della cucina europea che i grandi chef stellati sembrano apprezzare di più, invece, sono il mascarpone—”si può usare sia per i dolci che per i piatti salati,” dice Giada De Laurentiis—il limone, la maionese e le erbe come la menta.

Non sempre, quindi, la grande cucina passa attraverso cibi che provengono da luoghi lontani o che sono difficili da reperire: per creare un piatto straordinario spesso serve soltanto una conoscenza approfondita delle sfumature di sapore che un agrume può dare se usato in modo sapiente.

Immagini: Copertina