"Little Free Library", le casette in miniatura per lasciare o prendere in prestito i libri nel tuo quartiere

Per quanto le biblioteche o le librerie di casa colme di volumi possano essere a colpo d’occhio belle a vedersi, sappiamo bene che un libro, per essere letto, ha bisogno di girare il più possibile. Nella nostra esperienza, abbiamo visto che ci sono diversi modi per accostarsi a un romanzo: scaricandone uno gratuitamente, comprandone uno incartato per evitare di farsi condizionare dalla copertina, o semplicemente prendendolo in prestito da un amico.

Per diffondere questa tendenza il più possibile, l’imprenditore statunitense Todd Bol nel 2009 decise di installare nel suo quartiere una sorta di piccola biblioteca in miniatura: una struttura di legno colma di libri e a cui i membri della comunità potevano attingere per prenderne uno in prestito. Todd installò la struttura in onore della madre, un’anziana insegnante bibliofila, ma non credeva potesse riscuotere così tanto successo in poco tempo.

little free library 4

Quella casetta di legno nel suo giardino era la prima di quelle che oggi vengono definite Little Free Library, punti pubblici in cui gli abitanti dello stesso quartiere possono lasciare, prendere in prestito o consultare dei libri. Il principio molto semplice dell’iniziativa si è presto espanso e oggi le Little Free Library hanno superato la decina di migliaia di punti nel mondo, si possono trovare in oltre 40 paesi e sono tutti riconducibili a un’organizzazione no profit.

Ogni paese, facendo sua l’iniziativa, l’ha declinata in maniera personale. Per esempio a Reykjavík, in Islanda, la Little Free Library è stata installata nel parco Tjörnin, un punto in cui passano ogni giorno centinaia di persone; mentre a Berlino le varie librerie in miniatura sono state installate nei tronchi di alcuni alberi morti per ricavare maggiore spazio e a impatto zero.

little free library 3

In Italia, invece, sono state installate diverse Little Free Library in tutta la Penisola. Il primo esempio è nato nel 2012 nel quartiere di Vigna Clara, a Roma, per mano dell’insegnate Giovanna Iorio che a questo link spiega come potrai realizzarne una certificata nel tuo quartiere.

Immagini via Facebook