Da Singapore arriva il motore ecologico per biciclette

Da Singapore arriva il motore ecologico per biciclette

Girare in città utilizzando la bicicletta è un modo semplice e funzionale di rispettare l’ambiente. Ci sono città che hanno particolarmente a cuore la questione, ma anche nei centri urbani più attrezzati le lunghe distanze sono comunque un problema. Per questo motivo, un’azienda di Singapore ha messo a punto un motore elettrico da applicare alle bici.

[advertise id=”hello-amazon”]

In questo modo, per i ciclisti è possibile percorrere lunghe distanze in tempi ridotti, senza alcun tipo di emissione. E quindi poter utilizzare quotidianamente la bicicletta, anche per quegli spostamenti per i quali avrebbero potuto optare per altri mezzi di trasporto.

Il motore elettrico si chiama Ease, ed è stato progettato da Tumcreate—un’azienda di Singapore— in collaborazione con la Nanyang Technological University e la Technical University di Monaco di Baviera. È estremamente comodo: grazie al peso—solo 3,5 chili—e alle dimensioni ridotte, può facilmente essere inserito in uno zaino; e per fissarlo alla ruota posteriore della bicicletta non servono più di 10 secondi.

Funziona attraverso la tecnica della “pedalata assistita“: imprimendo forza cinetica attraverso i pedali, attiverai il motore, che può raggiungere una velocità di 25 chilometri orari. Superata questa soglia, il motore si spegne automaticamente. Le batterie ricaricabili, inoltre, consentono un’autonomia di oltre 50 chilometri.

In questo momento la Tumcreate è alla ricerca di un finanziatore che creda in questo progetto, in modo da poterlo immettere sul mercato. In passato ci sono stati vari tentativi di realizzare qualcosa di simile, ma il motore progettato da questa azienda di Singapore è l’unico che può essere smontato a piacimento e che può essere applicato a qualsiasi tipo di bicicletta senza dover apportare modifiche.

Immagini: Copertina