L’Avenue Verte, pista ciclabile da Parigi a Londra

L’Avenue Verte, pista ciclabile da Parigi a Londra

Fare un viaggio in bicicletta è una valida alternativa sempre più comune per le vacanze. Attraversare un paese su due ruote dà infatti la possibilità di scoprirlo  e conoscerlo da una diversa prospettiva molto interessante.

Il turismo in bicicletta aumenta e di conseguenza aumentano le piste ciclabili. Gli Itinerari cicloturistici offrono sempre più servizi affinché anche i ciclisti meno allenati possano godere di questo tipo di vacanza.

Uno dei percorsi ciclabili più affascinanti e di facile percorrenza è senza dubbio l’Avenue Verte, la pista che collega Parigi a Londra.

Inaugurata nel 2012, in occasione dei Giochi Olimpici, questa avenue verte, o come gli inglesi chiamano le piste dedicate alle due ruote greenway, è lunga circa 400 chilometri e attraversa boschi, villaggi e  campagne lungo quelli che un tempo erano i percorsi delle ferrovie.

Partendo da Parigi, siamo in Ile-de-France ci si dirige verso la Normandia, punto di partenza per  attraversare la manica che ci porterà in terra inglese. Vogliamo simbolicamente partire dal sagrato di Notre Dame?

Ecco a voi l’itinerario ecologico per arrivare a Westminster attraverso tappe di quaranta, cinquanta chilometri affinché la vacanza resti un piacere e non un tour de force.

Si lascia Parigi seguendo la pista lungo il fiume. In onore ai paesaggi di cui si può godere durante questa pedalata la prima tappa è Giverny, paese natio di Monet, in cui potremo riconoscere molti dei soggetti dei suoi quadri. Per finire la prima tappa di cinquanta chilometri si raggiunge Maison Laffitte dove ammirare uno splendido castello barocco.

Altri cinquanta chilometri ci separano dalla seconda tappa. Questo tratto è caratterizzato da parchi bellissimi. Prima attraversiamo la foresta di Saint Germain el Laye, entriamo nella Vallée de l’Oise per poi scoprire i vecchi villaggi del Parco regionale del Vexin. Prima di entrare in Normandia dove potremo fermarci a Gisors, città medievale con un castello “gotico” incroceremo anche l’affluente della Senna, l’Epte.

Si parte per la terza tappa. Circa 65 chilometri ci dividono da Forges-les-Eaux, antica stazione termale attraverso la Seine Maritime e il Pays de Bray.

Questa è la tappa – sempre i nostri sessanta chilometri circa per tappa – che ci porterà dall’altro lato della Manica. Seguendo l’antica ferrovia usciamo da Forges-les-Eaux e ci dirigiamo verso Dieppe, prima stazione balneare francese dove ci imbarcheremo per Newhaven.

Siamo nel Regno Unito. Uno sguardo alle scogliere di South Down mentre pedialiamo per raggiungere Brighton, una delle cittadine di mare preferite dagli inglesi. Dopo il mare ci aspettano i paesaggi collinari del Sussex fino ad arrivare a Crawley, penultima tappa.

Londra è vicinissma. Solo trenta chilomentri ancora ci separano dalla nostra destinazione finale. Da Crawley scopriamo la contea del Surrey e poi seguendo il lungofiume del Wandle arriveremo al Tamigi per scendere dalle due ruote una volta arrivati all’Abbazia di Westminster.

In ogni destinazione finale delle tappe troverete facilmente alloggi incantevoli, in Francia sono numerose le Maison d’hotes e Gites, l’equivalente francese dei B&b che troverete in Inghilterra. I prezzi vanno da una media di 50 euro in Francia e 40 sterline di media nella zona inglese per una notte.