Questa fotografa ha confrontato la Parigi del presente con quella del passato

Questa fotografa ha confrontato la Parigi del presente con quella del passato

Ci sono città la cui architettura cambia continuamente: centri urbani votati all’innovazione e al futuro che si rinnovano e tentano di creare sempre nuovi e più moderni spazi abitativi, pensati per adattarsi in modo appropriato agli sviluppi dello stile di vita dei cittadini.

Al contrario ci sono invece città storiche le cui caratteristiche non cambiano mai, e i cui monumenti ed edifici sono così strettamente legati all’immaginario che le persone hanno della storia e della cultura che cambiarli o anche solo modificarli non è possibile.

[advertise id=”hello-amazon”]

Fra queste città c’è senza ombra di dubbio Parigi, le cui bellissime strademonumenti sono immortali e una ricchezza immensa per ogni persona che abbia la fortuna di visitarla.

Per attraversare il confine fra passato e futuro della capitale francese, Julien Knez, una giovane fotografa francese, ha recentemente fatto un tour fotografico della città. L’idea le è venuta dopo aver casualmente ritrovato alcune vecchie foto che ritraevano Parigi fra l’inizio e la prima metà del Novecento.

Così Julien ha deciso di visitare ogni monumento raffigurato nelle vecchie foto fotografando poi la realtà vista in prospettiva rispetto ad esse, riuscendo a collegare simmetricamente i vecchi soggetti con l’ambiente circostante, che nonostante le palese incongruenze storiche appare, almeno nell’architettura, immutato.

Nonostante la semplicità del trucco utilizzato dalla Knez, l’effetto che queste doppie-foto hanno sullo spettatore è piuttosto straniante e affascinante: un po’ come guardare un portale temporale che collega due epoche distanti attraverso il paesaggio.

Parigi-2

Parigi-3

parigi-4

Parigi-5

Immagini: Copertina | 1 | 2 | 3 | 4