Il rasoio laser che rivoluzionerà la rasatura di tutti i giorni

Il rasoio laser che rivoluzionerà la rasatura di tutti i giorni

Ieri sera la campagna di crowdfunding del rasoio Skarp è stata interrotta. È stata diffusa la notizia che l’azienda Skarp Technologies non avrebbe consegnato a Kickstarter, come da contratto, un prototipo funzionante del rasoio. La questione è ancora dibattuta, ma la piattaforma di crowdfunding ha bloccato la pagina in via definitiva. 

I semplici gesti, le abitudini, sono i più difficili da cambiare, perché sono ormai radicati nella nostra quotidianità. La rasatura ad esempio si è sempre basata da centinaia di anni sulla stessa tecnologia.

Ma fino adesso non ha mai portato a risultati completamente appaganti, soprattutto per quanto riguarda la salute della nostra pelle. Morgan Gustavsson insieme con il suo team di ricercatori da qualche anno sta cercando di porre rimedio al problema dell’irritazione, dei tagli sulla nostra pelle rasata tentando un progresso reale al concetto di rasatura, con un approccio completamente diverso.

A prima vista il suo rasoio Skarp sembra un classico rasoio usa e getta. Ma a vederlo più da vicino le differenze si vedono, eccome.

Su Kickstarter il progetto di Morgan aveva bisogno di 160mila dollari per essere prodotto, ma in neanche una settimana ha raggiunto i 3 milioni di dollari.

Il rasoio Skarp non ha lama, ma una tecnologia laser. Questa grande intuizione permette durante la rasatura di non tagliarsi, non irritare la pelle non provare prurito. In più il rasoio laser è anche eco-friendly. Non ha bisogno di essere cambiato spesso, ma soprattutto non necessita di acqua.

“Volevamo qualcosa di familiare ma completamente diverso”, ha detto Morgan. Sarà ipertecnologico, costituito da una fibra sottilissima ad altissime prestazioni montata lungo tutto il bordo del taglio. Appena il rasoio incontra il pelo, spara un raggio laser, sicuro per gli occhi, senza causare alcun danno alla pelle.

Puoi provarlo subito comprandolo a 190 dollari, altrimenti puoi aspettare la sua messa in commercio, nel marzo dell’anno prossimo. Ancora un po’ di pazienza e potremmo finalmente, dopo 5000 anni, raderci in poco tempo e senza lasciare brutti segni sulla pelle.

Immagine tratta da YouTube