Renzo Piano spiega come costruire un castello di sabbia impeccabile

Renzo Piano spiega come costruire un castello di sabbia impeccabile

Durante la tua infanzia, ti sarà sicuramente capitato di costruire un castello di sabbia in spiaggia, magari con paletta e secchiello sotto l’ombrellone o semplicemente in riva al mare con le mani. Per quanto possa sembrarti un ricordo sfocato o vivido se hai dei figli, questa piccola pratica è stata fonte di grande ispirazione per uno dei più noti architetti a livello mondiale: Renzo Piano.

Renzo Piano è famoso nel mondo per aver realizzato lo Shard a Londra, l’Atelier di Hermès a Tokyo, la California Academy of Sciences a San Francisco, solo per citare alcuni dei suoi capolavori.

Qualche tempo fa sul Guardian, l’architetto italiano ha raccontato di come la sua grande carriera sia iniziata quasi inconsapevolmente da bambino. Come? Proprio costruendo dei castelli di sabbia in spiaggia a Genova, dove è cresciuto.

Nell’articolo, però, si è spinto un po’ oltre. Ha dispensato quattro consigli utili per costruite un castello di sabbia perfetto, sia per i grandi che per i più piccini, perché anche i progetti dei grandi partono dai dettagli per le piccole cose.

renzo piano

In primo luogo, spiega che si deve essere consapevoli che il proprio progetto durerà poco e non bisogna avere troppe aspettative. Ma se vuoi rischiare di posizionare il tuo castello in riva al mare, è comunque il caso di studiare prima le onde. In sostanza, è sempre meglio posizionarlo non proprio sulla battigia.

Inoltre, Piano spiega di scavare un fossato circolare con le mani non più profondo di 30 cm, dove la sabbia è umida. Poi, con la sabbia, tra cui quella recuperata, di creare dentro l’area appena delimitata un castello non più alto di 60 cm, con un’inclinazione di 45 gradi, per creare una sorta di tetto simile a quello di una casa.

Dopo, realizza pure un passaggio intorno al castello per fare in modo che possa entrarci l’acqua marina. Quando le onde lambiranno il tuo castello sarà, infatti, “il momento più magico”. E, se lo hai posizionato veramente bene, potrai osservare questo frangente ogni quarto d’ora circa. In seguito, metti pure un oggetto nel punto più alto del tuo castello, non importa che sia una vera bandierina.

Infine, “torna a casa e non pensarci più”, consiglia Renzo Piano.

Immagini via Flickr | Twitter