Il riposo notturno fa bene alla pelle: le regole da seguire

Il riposo notturno fa bene alla pelle: le regole da seguire

Ti trovi spesso a prenderti cura della tua pelle, anche distrattamente, durante il giorno, tra lozioni, tonici e struccanti, dedicandole il tempo strettamente necessario per essere apposto o al contrario spendendo tantissimo denaro tra creme e trattamenti vari. Molte persone, però, sottovalutano l’importanza di alcune regole fondamentali per far sì che la pelle sia sempre fresca e riposata, aldilà dell’utilizzo o meno di creme e prodotti ad hoc. Parliamo di alimentazione e riposo, in particolare. Due aspetti della vita quotidiana fondamentali per il nostro equilibrio e benessere psicofisico.

“Durante il giorno i muscoli del nostro viso sono in continua contrazione, nel corso della notte invece si rilassano. Se questo non avviene, perché appunto il sonno non è sereno o continuativo, la muscolatura si contrae, perde di elasticità e diventa rigida, dando luogo alle rughe d’espressione del volto. Al mattino quindi, il viso di chi non ha ben dormito appare stanco, spento e tirato proprio per un mancato rilassamento dei muscoli facciali. Inoltre, durante il normale sonno notturno, i liquidi che ristagnano nella pelle del volto vengono assorbiti, ma se la qualità del sonno è scarsa questo processo non si verifica con conseguente accentuazione delle borse e occhiaie al mattino” – come spiega il Dottor Marcello Monti, responsabile dell’Unità Operativa di Dermatologia di Humanitas.

Concentrandosi in particolare sui benefici del riposo notturno sulla pelle, è interessante scoprire quanto un gesto semplice e naturale come dormire appunto, possa valere più di 1000 creme costose. Ma quali sono le regole affinché sia possibile sfruttare al meglio le ore notturne e svegliarsi ringiovaniti e rilassati il mattino dopo? Eccone alcune:

Dormire 8 ore. Per alcuni sono tante, per altri poche, ma in realtà dovrebbero essere la normalità perché assicurano la corretta attività del sistema immunitario e cardio-vascolare. Certo, occorre convogliare il sonno magari aiutandosi evitando cibi pesanti, alcol e caffé prima di andare a letto. È consigliato anche evitare di utilizzare smartphone o altre apparecchiature elettroniche che potrebbero interferire con il rilassamento, o addirittura aumentare l’adrenalina (se pensiamo ad esempio ai videogiochi). Un altro segnale che potrebbe interferire con il nostro riposo sono le lucette intermittenti rosse di stereo e tv in stand by. Ben vengano invece tisane, bagni caldi e qualche goccia di olio essenziale di lavanda sulla federa del cuscino, o qualche candela lasciata a profumare l’ambiente.

Pulire la pelle. Prima di andare a dormire è fondamentale struccarsi con cura: rimuovere le impurità, il trucco e tutte le tossine che si sono accumulate per via dello smog e dell’inquinamento. Detergere il viso in profondità con appositi prodotti (a ciascun tipo di pelle il suo), tonificare, magari con l’acqua di rose, delicata e profumata e, infine, idratare con una crema particolarmente ricca. Mentre di giorno è sconsigliato utilizzarne particolarmente ricche, proprio perché con gli sbalzi termici, il calore e il make-up la pelle ha bisogno di un idratante leggero di facile assorbimento come base, la sera hai tutto il tempo per permettere ai vari elementi di penetrare in profondità.

Sguardo riposato. Il contorno occhi è la parte più delicata del viso e merita attenzioni in più, sin da giovani è bene iniziare a utilizzare prodotti specifici per questa zona che è fragile e soprattutto è la prima a subire i segni del tempo. Un buon idratante specifico è necessario, anzi sono disponibili, sia nelle profumerie che nelle erboristerie, dei prodotti per la notte particolarmente ricchi, super consigliati quelli contenenti olio di avocado, dei veri e propri trattamenti di bellezza per il contorno occhi.