Risto-musei: mangiare circondati da opere d’arte

Risto-musei: mangiare circondati da opere d’arte

Per chi ama l’arte e il buon cibo non esiste connubio migliore. Al mattino si passeggia tra i quadri di Monet e Van Gogh, a pranzo ci si rilassa tra prelibatezze che poco hanno da invidiare alle cucine stellate. Il tutto, restando sempre nello stesso edificio. Una tendenza, questa, che piace. A Doha come a Parigi, a Londra come a Roma, sono tanti i musei che, al loro interno, hanno ristoranti e caffè sempre più sofisticati. Ecco i più spettacolari.

Ristorante Idam (Doha, Qatar)
Regno di Alain Ducasse, si trova all’interno del Museo d’Arte Islamica di Doha. Nella scenografica sala black&white – a firmare gli interni l’archistar Philippe Starck – si coccola il palato con piatti della cucina mediterranea rivisitati in chiave orientale.

1-idam

Ristorante Mirador del Palau (Barcellona, Spagna)
Sedie multicolor e una maestosa vetrata fanno di questo ristorante una delle attrazioni principali per i turisti gourmand in visita a Barcellona. Prima si visita il Palau della Musica Catalana – l’unica sala da concerti che l’UNESCO abbia dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità – poi ci si rilassa gustando piatti tipici della cucina mediterranea.

2-mirador

Open Colonna (Roma, Italia)
Ha ospitato mostre dedicate ai più grandi artisti e fotografi, tra cui Robert Doisneau, David LaChapelle ed Helmut Newton. Anche nella pausa pranzo, però, il Palazzo delle Esposizioni riserva grandi soprese. Nel roof garden del museo, si trova il ristorante dello chef Antonello Colonna, definito da molti critici l'”ottavo re di Roma”. Nel menù prelibatezze della cucina romana rivisitate in chiave moderna.

Open colonna ristorante Roma

Ristorante Georges (Parigi, Francia)
Si trova in cima al Centre Pompidou, il tempio parigino dell’arte moderna e contemporanea realizzato da Renzo Piano. Dopo una full immersion tra i capolavori di Chagall e Matisse, la pausa pranzo è in terrazza, degustando ravioli ai funghi con crema di tartufo, tempura di gamberi e aragoste e tiramisu alle pere.
4-georges-EVIDENZA

Ristorante Rijcks (amsterdam, paesi bassi)
Per chi ama l’arte fiamminga il Rijcksmuseum di Amsterdam è una tappa obbligata. Dopo averlo visitato, vale la pena pranzare nel ristorante del museo, famoso per la cucina con ingredienti a km zero. A ideare gli interni è stato Paul Linse, celebre per aver curato anche gli interni della rinnovata stazione centrale di Rotterdam.
5-rijkcs