Un

Un "salto dall'altalena" da brividi tra le Alpi svizzere

Quanti modi conosci di vivere una montagna? Il primo che a noi viene in mente è quello di scalarla come Walter Bonatti. Ma questo modo non è proprio alla portata di tutti. L’altro che subito dopo ci viene in mente, molto più vacanziero, è quello di organizzare un tour in treno. Il Gotthard Panorama Express, un percorso speciale tra battello e treno, ti porta nel cuore delle montagne, seduto comodo in un vagone.

[advertise id=”hello-amazon”]

Ma vivere la montagna vuol dire soprattutto entrare in contatto con la natura, immergersi ed estasiarsi. Le Alpi, una meraviglia fragile del nostro pianeta, offrono molte opportunità per chi vuole visitarle in un modo intensogreen. Abbiamo visto i percorsi migliori da affrontare in mountain bike (per gli amanti delle due ruote più esperti, viste le loro asprezze) o quelli da fare a piedi.

Ci sono però anche altri modi di viversi la montagna, divertendosi con un po’ di adrenalina. Tra le Alpi svizzere ad esempio si nasconde lo scivolo più bello d’Europa, il Mountain Coster: 750 metri di discesa tra le bellezze incontaminate delle montagne elvetiche.

Ma se volessi provare qualcosa di ancora più forte, qualche giorno fa ti abbiamo consigliato alcuni posti dove praticare il paracadutismo. Uno degli sport estremi più amati. Oggi, continuando su questa scia (e magari invogliandoti ancora di più) vogliamo farti vedere un video di un lancio da brividi tra le Alpi svizzere.

A eseguirlo è stato un base jumper professionista. Importante specificarlo così da evitare non soltanto di farlo ma anche solo di pensare di farlo. Quentin Luçon è un vero amante del pericolo che ha caricato la sua ultima straordinaria impresa per un contest della GoPro, venendo selezionato anche tra i video migliori.

Quentin non si limita soltanto a eseguire un lancio con il paracadute ma compie quello che in termine tecnico viene chiamato un “rope swing”, una specie di dondolio con l’altalena, ma usando una corda, nel vuoto. Per fare questo straordinario numero, Quentin ha dovuto chiedere l’aiuto di altri professionisti che lo portassero su e che reggessero alla giusta distanza l’altalena. Una volta impugnata, Quentin ha contato fino a tre e si è lanciato nel vuoto, tutto ripreso in soggettiva da una GoPro. Pochi secondi libero nell’aria che anche seduti davanti a un computer trasmettono un certo effetto.

Se volessi anche tu provare un lancio con il paracadute in Svizzera (in tutta sicurezza), ti consigliamo di dare un’occhiata al sito swissraft che organizza salti in tandem da un velivolo. Il prezzo va dai 376 euro fino ai 578 euro, e ti permette di saltare con un istruttore professionista e registrare il salto sia in formato video che fotografico.

Immagine tratta da YouTube