Le scuole galleggianti in Bangladesh per combattere i monsoni

Le scuole galleggianti in Bangladesh per combattere i monsoni

La stagione dei monsoni è un periodo complicato per gli abitanti del sud est asiatico: a causa delle continue piogge torrenziali, ad esempio, in Bangladesh molte scuole saranno costrette a chiudere. Fortunatamente però, grazie ad un’organizzazione non-profit è stata trovata una soluzione.

Per ospitare tutti quei bambini che non possono frequentare le loro scuole, infatti, sono state costruite delle strutture galleggianti alimentate con pannelli fotovoltaici, ricavate da vecchie navi in disuso.

L’associazione che ha promosso il progetto è la Shidhulai Swanirvar Sangstha, che opera da tempo in Bangladesh, e che ha ideato questo sistema riconvertendo delle imbarcazioni in strutture per l’insegnamento. Queste scuole galleggianti sono l’ideale non solo perché le alluvioni dovute ai monsoni rendono inagibili gli edifici, ma anche perché spesso fanno sì che l’energia elettrica non sia disponibile in zone molto estese del paese.

Essendo fondamentalmente delle barche, poi, queste scuole potranno essere spostate facilmente nei luoghi in cui se ne avrà più bisogno.

Le iniziative di questo tipo, specie nei paesi in via di sviluppo in cui le calamità naturali rappresentano ancora oggi un ostacolo quotidiano, sono in grado di migliorare la qualità della vita e il benessere delle persone. Ed è grazie alla tecnologia e alle organizzazioni non-profit che tutto questo può avverarsi.

Immagini: Copertina