Come è cambiato lo shopping nell’era di internet

Come è cambiato lo shopping nell’era di internet

Lo shopping non è più quello di una volta. Con internet anche il modo di comprare si è rivoluzionato. Siamo molto più informati, più attenti e non compriamo più sulla scia delle emozioni. Una recente ricerca mostra che il 49% delle persone che possiede uno smartphone lo utilizza per cercare prodotti e confrontare prezzi. Quasi tutti d’altra parte, prima di uscire per andare a fare la spesa, diamo un’occhiata alle offerte e prima di comprare un elettrodomestico controlliamo il prezzo su almeno un paio di siti.

Ma in che cosa è cambiato il nostro modo di fare shopping? Abbiamo messo in fila alcune nuove abitudini del consumatore (sempre più) cibernetico.

  • Comprare senza chiedere consiglio al venditore: quando andiamo al centro commerciale sappiamo già quello che vogliamo perché abbiamo già studiato il prodotto su internet controllando lo store online. Lo conosciamo, lo abbiamo analizzato, non ci resta che  comprarlo.
  • Comparare i prezzi. Sul web sono sempre più utilizzati i siti che permettono di fare confronti e comprare dal rivenditore che applica lo sconto maggiore. Su Risparmio super, per esempio, basta inserire il nome del prodotto per scoprire chi lo vende al prezzo più basso. Su eBay possiamo verificare se qualcuno sul web mette in vendita quello che cerchiamo a un prezzo vantaggioso.
  • Acquistare un paio di scarpe senza provarle. Dai libri ai mobili passando per le scarpe. Ci stiamo abituando a comprare tutto su internet. Qualche anno fa non lo avremmo mai fatto, ora ci basta guardare le fotografie di un paio di scarpe per cogliere l’occasione e acquistarle su Zalando. Non solo, compriamo anche mobili e pezzi di arredamento su Dalani senza poterli osservare da vicino.
  • Flessibilità nel pagamento. Quando compriamo vogliamo poter pagare come preferiamo, con carta di credito, bancomat, Paypal, Pos o smartphone. Negli Stati Uniti Square, il lettore di carte da attaccare agli smartphone, è già molto diffuso. In Italia stiamo cominciando a provare applicazioni e dispositivi che trasformano il telefono in una carta di credito.
  • Pretendere che l’oggetto comprato su internet arrivi entro pochi giorni. Proprio la possibilità di ricevere nel giro di pochi giorni la merce acquistata fa aumentare il fascino di comprare online.
  • Chiedere un consiglio agli amici tramite i social. Sempre più spesso chiediamo ai nostri amici di esprimere una valutazione su un prodotto. Facebook e Pinterest, per esempio, sono integrati con siti di social shopping che permettono agli utenti di creare liste della spesa personalizzate e di condividerle con i loro amici.
  • Monitorare i coupon online. Groupon è leader nel settore ma sono tanti i siti specializzati in coupon e offerte speciali. Grazie ai coupon il consumatore digitale può acquistare l’abbonamento alla palestra, la cena nel ristorante alla moda ma anche un trattamento estetico o una protesi dentale. Il tutto sempre al miglior prezzo.