Questo studente ha inventato un passeggino per i genitori in sedia a rotelle

Questo studente ha inventato un passeggino per i genitori in sedia a rotelle

Le grandi idee non hanno età, hanno bisogno di lavoro e di forza volontà. Alden Kane è uno studente di Detroit di sedici anni che ha lavorato per mesi a un progetto davvero lodevole.

Ha cercato un modo per agevolare l’uso del passeggino per tutti i genitori paraplegici costretti sulla sedia a rotelle.

Durante il corso di design del professor Kleinke è stato chiesto a Kane e ai suoi compagni di progettare qualcosa che potesse migliorare la vita delle madri. “Ho dato soltanto l’input”, ha detto il professore: “una mamma e un bisogno”.

“Quando ho cominciato a lavorare al progetto”, ha raccontato Kane a Themichigancatholic, “avevo una ventina di idee, poi le ho scremate fino ad averne una sola”.

A maggio Kane aveva ideato il progetto trascorrendo molti giorni su una sedia a rotelle per vedere come rendere più maneggevole il passeggino. Poi ha costruito il modello qualche mese dopo.

La mamma che ha beneficiato dell’invenzione di Kane è Shereen Jones. A lei è stato consegnato il passeggino appena in tempo per la nascita del suo bambino.

“La data prevista per il parto è stato una motivazione in più per concentrarmi e terminare il lavoro. Lei aveva bisogno del passeggino una settimana prima per testarlo. È stato bellissimo incontrarla e capire di cosa aveva bisogno, mi è stato di grande aiuto“.

Il professore Kleinke ha già annunciato che per il nuovo corso si lavorerà tutti insieme al progetto di Kane per ottimizzare e migliorare l’invenzione e permettere di creare un passeggino perfetto per le esigenze di ogni mamma. “L’obbiettivo è quello di permettere il suo utilizzo a un numero sempre più vasto di persone”.

“A scuola si impara molto di chimica, di fisica, di biologia, ma raramente si mettono in pratica queste materie. Ho avuto la fortuna di incontrare il professore Kleinke, che nel suo corso ci ha invitati a farlo e ho scoperto” ha ammesso che il giovane inventore, “che prendermi cura della comunità e mettere al suo servizio la scienza è una cosa che mi piace molto”.