Il velista che sta facendo il giro del mondo solo con energia pulita

Il velista che sta facendo il giro del mondo solo con energia pulita

La Vendèe-Globe è una regata per barche a vela—organizzata dal 1992 ogni quattro anni—che prevede il giro del mondo. Presenta talmente tante difficoltà che è stata definita “l’Everest de la mer,” ovvero “l’Everest dei mari.” I velisti infatti devono circumnavigare i mari in solitaria, non possono attraccare per riposare e nemmeno richiedere assistenza esterna.

La nuova edizione è iniziata il 6 novembre. Le 29 imbarcazioni in gara—che dovranno lambire il capo di Buona Speranza (Sudafrica), il capo Leeuwin (Australia) e il capo Horn (America del Sud)—sono partite dalla città francese di Les Sables d’Olonne, il cui porto segnerà anche la fine della competizione.

Tra i navigatori, però, ce n’è uno che ha tutta l’intenzione di rendere ancor più nobile la sua impresa. Si tratta di Conrad Colman che, oltre a essere il primo neozelandese nella storia a partecipare alla regata, vuole completarla utilizzando unicamente energia pulita.

Durante i 45mila chilometri di viaggio che dovrà affrontare anche tra le intemperie, infatti, Conrad Colman non ha alcuna intenzione di utilizzare una goccia di combustibile fossile. Mentre le altre barche hanno a bordo generatori diesel con circa 300 litri di gasolio, l’imbarcazione dello skipper neozelandese dispone di tecnologie che sfruttano l’energia di sole e vento per essere completamente autosufficiente.

Nonostante la navigazione sia rigorosamente a vela, i generatori sono necessari a tutti gli skipper per il funzionamento della strumentazione di bordo. Soltanto che, nell’imbarcazione di Conrad Colman, si alimenta grazie a una pellicola solare integrata sui due lati della vela e dei pannelli fotovoltaici sul ponte della barca.

Ovviamente, la regata (che in media dura un centinaio di giorni) è appena iniziata; ma auguriamo a Conrad Colman di raggiungere alla fine della competizione il record che si è prefissato.

Immagine via YouTube