Vestirsi a seconda del fisico. L'ABC della moda

Vestirsi a seconda del fisico. L'ABC della moda

Tutti vorremmo utilizzare l’abbigliamento come strumento per valorizzarci, ma tra il dire e il fare spesso s’insinuano veri e propri disastri. Eppure, seguendo delle semplici e basilari regole, l’impresa può essere tutt’altro che ardua e portare i suoi inaspettati risultati. Iniziamo con il dividere le persone in tre categorie: chi ama fare shopping, chi lo odia e chi fa shopping, ma non sa mai come vestirsi. Senza dubbio la prima categoria è agevolata dal continuo provare vestiti, la seconda molto probabilmente non si pone il problema, mentre la terza è quella più frustrata: spende soldi senza ottenere i risultati sperati.

Come destreggiarsi nel variegato mondo della moda? Semplice, la risposta non è seguire le tendenze, ma vestirsi a seconda del proprio fisico. Da dove partire? Innanzitutto, inquadrando il tuo corpo all’interno di alcune macro categorie, di cui sicuramente avrai già sentito parlare, e che si dividono essenzialmente in:

forma a rettangolo: che caratterizza quella che comunemente viene definita “donna grissino”: molto sottile con busto, vita e fianchi di larghezza simile;

forma a triangolo invertito: o detto anche “a pera”, caratterizzata da fianchi ampi e busto stretto;

– forma a cerchio: o “a mela”, con pancia e busto ampi e fianchi stretti; forse una delle più odiate dalle donne, perchè le adiposità si accumulano nella zona dell’addome, dove è anche più difficile mandarle via.

– forma a clessidra: in passato in voga con attrici del calibro di Sophia Loren o Rita Hayworth, è quella che oggi viene definita “curvy”: fianchi e décolletté sono della stessa ampiezza, mentre la vita è stretta.

forme del corpo femminile

In teoria è chiaro, ma in pratica capita che i confini tra una forma e l’altra siano labili: come riconoscere la propria? Alcune esperte consigliano di partire dai punti in cui si localizza il grasso sul nostro corpo nel momento in cui ingrassiamo, così da poter pensare alla forma che generalmente assume; ad esempio: ingrasso soprattutto sui fianchi e non sul busto? Potrei essere una “pera“, e via discorrendo.

Ora che hai capito di che forma sei, da dove cominiciare? Prendi spunto da alcune celebrities per capire i loro punti di forza e debolezza.

Keira Knightley. Forma a rettangolo

Il suo è uno di quei corpi ai limiti dell’androgino: fianchi dritti, seno non pervenuto, magrezza quasi estrema. In questo caso, occorre giocare con i volumi per ridefinire la silhouette lì dove diventerebbe eccessivamente piatta. Quindi sì ad abiti che segnano la vita o arricchiti da rouches e volant, e scegli scollature a cuore. Decisamente out, invece, quelli a trapezio o che scendono dritti. Per il look da giorno sì a jeans stretti che mettano in evidenza le gambe magre, ma opta per qualcosa di oversize sopra: una t-shirt, un maglione o una camicia con blazer.

Keira Knightley

Da Kim Kardashian a Jennifer Lopez, due esempi “estremi” di forma a pera

Sicuramente le due celebrities sopra menzionate non hanno mai riscontrato problemi nel valorizzare le parti del corpo che, in questo caso, dovrebbe essere problematiche, ovvero: fianchi larghi, lato B prosperoso e busto stretto. Orgogliose delle loro curve, in molti casi sono un esempio di come non vestirsi quando si ha il famoso fisico a pera. A differenza di quanto si possa comunemente pensare, l’attenzione deve essere spostata sul busto, perchè è chiaro che il resto la attiri già da se. Evitare assolutamente fuseaux (leggings) o tubini super stretch, ma anche felpe oversize, con l’erronea convinzione che nascondano le zone problematiche, viceversa aumentano ancora di più i volumi lì dove non si dovrebbe.

Jennifer Lopez

Adele, la cantante curvy dalla forma a mela

Il nero in questo caso è il tuo migliore amico, assieme agli abiti dritti e alle gonne lunghe fino al ginocchio, evita i pantaloni. Giocare con i volumi, anche dei capelli, in questo caso è fondamentale, non è un caso se Adele li abbia sempre un po’ voluminosi, aiutano a bilanciare la sua figura dandole qualche centimentro in più in altezza.

Adele

Scarlett Johansson paladina del fisico a clessidra

Avere le curve al punto giusto è il sogno di tutte le donne, difficile sbagliare look in questi casi ma occorre fare attenzione a “gestire” cotanta sensualità onde evitare di cadere in qualche passo falso. Quando sono le curve a parlare per noi vale la regola less is more, la semplicità premia insomma. Prendiamo ad esempio Scarlett Johansson con questo delizioso completo blu, tanto semplice quanto perfetto per mettere in evidenza senza sbavature le sue curve. Ovviamente anche trucco, parrucco e accessori fanno la loro parte, come sempre. In questo caso è senza dubbio un 10 e lode!

Scarlett Johansson