Walkcar, l’invenzione per i pedoni che non vogliono camminare

Walkcar, l’invenzione per i pedoni che non vogliono camminare

Sei particolarmente pigro ma ogni giorno sei costretto a muoverti a piedi, o sei semplicemente stanco dei mezzi di trasporto pubblici? A quanto pare, un ingegnere giapponese ha appena inventato la soluzione adatta a te: la Walkcar.

Kuniako Saito, 26 anni, e il suo team della Cocoa Motors hanno infatti ideato quella che lui definisce una “macchina per pedoni”: un mezzo di trasporto delle dimensioni di un computer portatile che in realtà ricorda più uno skateboard elettrico. Ma che consente ai pedoni di spostarsi rapidamente e senza sforzo.

La Walkcar è costruita in alluminio, è alimentata da pile a litio, e pesa circa 3 chilogrammi. Può arrivare a sopportare il peso di una persona di 120 chili, e raggiunge una velocità massima di 10 chilometri l’ora, consentendo un’autonomia di circa 12 chilometri prima che le batterie si scarichino.

Secondo gli sviluppatori della Cocoa Motors, la Walkcar è veramente semplice da usare: si aziona automaticamente appena il passeggero sale sul mezzo, per cambiare direzione basta spostare il peso del corpo, e per arrestarla è sufficiente mettere un piede fuori dalla pedana di controllo.

La cosa veramente innovativa di questo mezzo elettrico è che a differenza di altri come il segway occupa veramente poco spazio, e può essere facilmente portato in uno zaino.

“Ho pensato che la vera rivoluzione per quanto riguarda i mezzi di trasporto è la flessibilità di utilizzo”, ha dichiarato Saito. “Poter portare sempre con noi un mezzo leggero e di piccole dimensioni che all’occorrenza ci permetta di percorrere lunghe distanze in breve tempo e senza fatica.”

“Per come la vedo io,” ha continuato,”questo è anche un esempio di come anche noi giapponesi possiamo essere innovativi. Solitamente questi apparecchi vengono pensati negli Stati Uniti, e l’industria giapponese si occupa perlopiù di migliorarli. Ma Walkcar è totalmente un prodotto giapponese.”

La Walkcar sarà disponibile sul mercato entro la primavera del 2016, ma sarà possibile prenotare la propria già dal prossimo autunno. Il prezzo, invece, si aggirerà intorno agli 800 euro.

Immagini: Copertina