Questo fotografo immortala i “bagliori nascosti” delle città orientali

Questo fotografo immortala i “bagliori nascosti” delle città orientali

Per un fotografo amatoriale scattare di notte è una sfida in più: bisogno impostare iso, tempi, e diaframma in modo tale che si “immortali” al meglio la luce giusta. Non è nulla di impossibile, ma ovviamente la soddisfazione per il risultato finale è sempre doppia.

Se proprio dobbiamo dirla tutta, però, anche i professionisti rimangono molto legati ai paesaggi notturni e agli infiniti modi con cui si può giocare con le “luci artificiali”. Lo dimostrano per esempio gli scatti di Lucas Zimmermann che compongono il progetto “Traffic Lights” incentrato sui “fasci luminosi” dei semafori, o le fotografie di Marilyn Mugot riunite nel progetto “Nights Project” sulle luci nascoste della Cina.

In questa prospettiva, rientra perfettamente il percorso di Xavier Portela, un fotografo freelance con sede a Bruxelles, che dopo essersi approcciato tardivamente al mezzo fotografico non lo ha più abbandonato.

Nel graduale passaggio al professionismo, infatti, come gli altri colleghi Portela non ha dimenticato la passione per le sfide notturne; tanto che attualmente—nonostante i molteplici progetti per i grandi marchi—ha iniziato a sviluppare dei progetti incentrati sui “Glow” (ovvero i “bagliori” delle luci dei panorami notturni delle grandi città che visita).

Il primo progetto, che ha dato il la alla serie, si chiama “Tokyo’s Glow” ed è stato sviluppato nel 2016. Mostra la capitale nipponica sotto una luce diversa, tendente al rosa elettrico, che invade e coinvolge al contempo la scena di ogni singola immagine.

L’idea di post-produrre tutte le immagini con questo particolare colore è venuta a Portela per riportare le sensazioni che aveva provato quando aveva iniziato a passeggiare tra le strade costellate da grafiche particolari, cartelloni e colori accessi. “Volevo che le foto sembrassero uscite direttamente da un manga“, ha dichiarato in un’intervista.

Nei giorni scorsi, invece, è uscito il secondo progetto della serie: “Bangkok’s Glow”. Nonostante il colore scelto per le fotografie sia il medesimo, stavolta Portela ha deciso di concentrarsi soprattutto su alcuni dettagli, piuttosto che sulla visione d’insieme dei paesaggi.

Nella capitale thailandese, infatti, Portela decide di ingrandire la sua lente, e ci porta direttamente nei vicoli più stretti, per osservare i venditori ambulanti che servono le masse affamate e accaldate a causa dell’umidità che abbonda.

Insomma, per Portela vagabondare per le città straniere è il modo perfetto per trascorrere le serate. E, dopo il successo delle sue prime serie, ben presto si aggiungeranno molte altre città alla sua collezione.

Segui Xavier Portela su Instagram.

Immagini | Copertina