Zeb Hogan cerca le specie di pesci più grandi del pianeta per proteggerle

Zeb Hogan cerca le specie di pesci più grandi del pianeta per proteggerle

Zeb Hogan, biologo dell’Università del Nevada, è sempre stato appassionato di megafauna. Dopo una ricerca durata qualche anno è riuscito a trovare il leggendario pesce gatto del Mekong, un gigante marino di 600 libbre.

Un giorno un collega lo ha chiamato per dirgli che in Tailandia aveva trovato un pesce gatto che batteva il suo record, 646 libbre: il pesce d’acqua dolce più grande mai trovato.

Zeb ha così deciso di mettersi alla ricerca di un pesce d’acqua dolce che potesse infrangere questo record. National Geographic si interessa all’impresa di Zeb e gli finanzia oltre 50 spedizioni.

Wired lo ha intervistato a proposito di questa esperienza durata dieci anni. “Dopo aver lavorato su questo progetto per anni, è venuto fuori che esistono 30 specie di pesci d’acqua dolce che possono superare di molto i 2 metri di lunghezza e pesare più di 200 libbre. Si possono trovare in tutti i laghi e i grandi fiumi del mondo. E circa il 70% di loro sono a rischio estinzione“.

dsfadgs

La prima causa di estinzione sono, come sempre, gli esseri umani: l’inquinamento dell’acqua e la costruzione di dighe minacciano il loro habitat e rischiano di scomparire prima che la scienza possa conoscerli.

Il paradosso di questi giganti marini è che sebbene abbiano una vita molto lunga, poiché la loro stazza gli permette di essere i più grandi predatori, sono difficilissimi da trovare.

Molte di queste creature sono state classificate e studiate soltanto di recente. L’enorme manta australiana, che può crescere fino a 10 metri di diametro, era sconosciuta fino al 2008.

Un’altra delle cause dell’estinzione è da ricercare nella loro lunga vita. Vivendo per tanto tempo raggiungono una maturità adatta alla riproduzione molto tardi, rischiando prima di incappare nelle trappole mortali umane.

Ted ha spiegato che un modo per salvare queste specie è far conoscere a più persone possibili la loro esistenza, mettere al corrente che esistono e quindi evitarne la pesca incontrollata o la costruzione di dighe senza criterio, distruggendo l’habitat di cui questi meravigliosi giganti marini hanno bisogno.

Dopo anni di ricerca non è ancora riuscito a battere il record del gigantesco pesce gatto tailandese.

Immagini via Facebook | Copertina | 1