Come scegliere il conto corrente migliore

Come scegliere il conto corrente migliore

Conto corrente a zero spese, a consumo, a pacchetto, con operatività online o tradizionale. Vivere senza conto corrente è impossibile, o quanto meno è scomodo e antieconomico. Ma come si sceglie un conto corrente conveniente?

Innanzitutto occorre valutare l’uso che si deve fare del conto corrente. Se si fanno molti bonifici e si ama compiere le operazioni da pc, smartphone e tablet, per esempio, è meglio scegliere un conto corrente online, o a operatività prevalentemente online.

E l’altro aspetto da tenere d’occhio sono i costi.  Tutte le spese applicate dalla banca in relazione alla gestione del conto e ai servizi offerti sono indicate nel foglio informativo, quindi per evitare brutte sorprese basta seguire la regola aurea di leggere con attenzione la documentazione, prima di sottoscrivere qualsiasi tipo di prodotto bancario e finanziario. In ogni caso, il costo dev’essere un criterio fondamentale per scegliere il conto corrente.

Guida ai costi

In linea di massima, le spese si dividono in due categorie: quelle fisse, come il canone del conto o delle carte di pagamento, l’imposta di bollo, le spese per l’invio delle comunicazioni periodiche, eccetera; e quelle variabili, legate alle operazioni compiute (bonifici, prelievi da sportelli di altre banche, pagamento delle utenze eccetera).

A seconda della struttura dei costi, si parla di conto corrente “a consumo”, quando cioè le spese dipendono dal numero di operazioni effettuate, oppure conto corrente “a pacchetto”, dove è previsto un canone a fronte del quale si può fare un certo numero di operazioni: per scegliere quindi è bene chiedersi quante e quali operazioni faremo.

Per chiunque abbia una minima dimestichezza con l’uso di computer e smartphone, e possa dunque compiere le più comuni operazioni bancarie in modalità fai-da-te senza dover passare dallo sportello, si può risparmiare scegliendo un conto corrente online, che ha una struttura di costo molto più leggera rispetto a quelli tradizionali. Esistono sia dei conti con operatività prevalentemente online, in cui cioè volendo si possono anche fare operazioni allo sportello, sia i conti online puri, che permettono cioè solo di operare dal proprio pc o dal telefono.

conto corrente migliore

Rendimento del conto corrente e promozioni

Un altro aspetto da considerare, anche in questa fase storica di tassi di interesse ai minimi, è il rendimento del conto corrente. Per calcolare il rendimento netto, va calcolata la ritenuta del 26% (l’aliquota prevista sulla maggior parte dei prodotti finanziari) sul rendimento lordo.

Un’altra spesa che grava sul prodotto è l’imposta di bollo, che però molti istituti decidono di accollarsi per venire incontro ai clienti, quindi nella scelta è bene anche valutare se c’è qualche conto corrente con imposta di bollo gratuita. Sollevare il cliente dall’imposta non è l’unica formula di promozione offerta dalle banche: prima di scegliere è bene fare un giro sui vari siti per vedere quali siano le promozioni più interessanti in corso .

Conto corrente online, la scelta più vantaggiosa

Al di là delle promozioni del momento, i conti con operatività prevalentemente online offrono comunque condizioni decisamente più vantaggiose rispetto a quelli tradizionali, perché molto spesso le commissioni per le operazioni bancarie vengono azzerate se fatte online anziché allo sportello.

Con i conti online puri il risparmio può salire ulteriormente, perché sul mercato sono disponibili diversi prodotti che non prevedono né canoni né commissioni per le operazioni come bonifici, prelievi e domiciliazione delle bollette: il conto corrente a zero spese, particolarmente conveniente perché offre le stesse funzioni di un conto tradizionale, a parte ovviamente l’operatività allo sportello.

Con un conto online si possono avere gli assegni, il bancomat e la carta di credito, si possono fare bonifici e ricevere stipendio e altri tipi di pagamenti, domiciliare abbonamenti e utenze. Non solo: è possibile anche monitorare con maggiore attenzione le proprie uscite di cassa con le funzioni di bilancio familiare connesse al proprio Internet banking, e addirittura gestire direttamente i propri investimenti con il collegamento del conto online a un conto titoli. Il tutto in piena autonomia, senza doversi muovere fisicamente e senza attese, 24 ore su 24 e sette giorni su sette.

Immagini via Flickr |Foto di copertina modificata in b&n di Low Jianwei |Foto 1 modificata in b&n di Andy Rogers