Come scegliere il regalo di nozze

Come scegliere il regalo di nozze

I matrimoni sono cambiati, e oggi le liste nozze con posate d’argento e ceramiche Limoges si preferisce il cash. Lo ha scritto il New York Times in un lungo e dettagliatissimo reportage. Se vivi dove la “busta” contenente l’obolo in denaro è una tradizione secolare, la notizia non ti stupirà.

Tanto che a Napoli qualcuno ha elaborato un algoritmo per calcolare la cifra giusta da regalare in base al lusso dell’evento, il grado di parentela e il “livello di bella figura” che vuoi fare – algoritmo che negli anni dei social si è rincorso sulle bacheche e che puoi vedere qui.

Cambia l’economia intorno ai matrimoni e il regalo non è più così importante: ne ha scritto anche il Guardian, riportando le esperienze di chi, invitato a nozze se l’è cavata con un set sale e pepe da 16 sterline. Un simbolo, ma davvero basta il pensiero.

Il galateo, e prima l’economia dei matrimoni, dicono che gli sposi di oggi arrivano all’altare a un’età più tarda, sono di solito già indipendenti e hanno case attrezzate (di proprietà o in affitto) – infatti hanno spesso convissuto prima del matrimonio: non hanno bisogno, quindi, della lavatrice e del servizio da caffè.

Inoltre, i novelli sposi hanno spesso lavori flessibili, il che significa innanzitutto che è possibile debbano cambiare città da un momento all’altro (il che rende poco conveniente possedere troppi oggetti) e, in secondo luogo, che non hanno avuto modo di accumulare risparmi: sono insomma pratici e se regali loro del denaro li farai felici. Dunque, se sei invitato a un matrimonio, non formalizzarti e non scervellarti, basta rispettare alcune semplici regole:

La busta

Se si opta per un obolo in contanti, bisogna sapere quale deve essere il suo ammontare corretto. Gli esperti concordano nel ritenere che la cifra deve essere tanto più alta quanto più si sia vicini alla sposa o allo sposo. Per esempio, sul sito Usa TheKnot.com ci sono delle linee guida in base al grado di parentela: tra i 75 e i 100 dollari se si è parenti alla lontana o colleghi; tra i 100 e i 125 in caso di parenti più stretti o amici e 150 in caso di legami più forti.

Secondo una ricerca condotta da American Express nel 2013 queste linee guida corrispondo a quello che le persone realmente spendono per fare regali di nozze. Ed è anche più o meno quello che suggerisce l’algoritmo made in Italy. Questo calcolo vale, ovviamente, anche se invece dei contanti preferisci optare per un buono regalo o per una quota del viaggio di nozze.

regalo nozze 1

La lista nozze

Se la coppia, nonostante tutto, ha deciso di optare per la lista nozze e i pezzi scelti superano tutti di gran lunga il tuo budget, che fare? Si può optare ancora per un lascito in denaro? Secondo il galateo dei matrimoni, sì, senza dubbio: mettendo insieme tutti quei soldi, dopo il matrimonio, gli sposi potranno acquistare gli oggetti che non hanno ricevuto in regalo.

Fuori lista

… oppure può esserci la lista nozze ma niente che tu abbia voglia di comprare. Niente paura: la lista nozze è fatta di suggerimenti, non di obblighi. Allora, pur nel rispetto del budget, puoi dirottare su altro (meglio però stare vicini ai gusti degli sposi o se proprio non sono conciliabili con i vostri, tornare sull’opzione busta).

Lista extralusso

Se invece c’è la lista, il budget è quello che è e, se stai nel budget, il regalo dà l’idea di essere cheap, ma l’idea alternativa di lasciare il contante proprio non vi aggrada? Soluzione del wedding planner: comprare qualcosa che valga i due terzi del budget e completare con oggetti affini di piccola entità. Il regalo sembrerà importantissimo, a parità di costo.

Matrimonio in viaggio 

Negli anni hanno preso sempre più piedi i matrimoni in viaggio. Per realizzare il sogno di stare a piedi nudi e abito bianco su una spiaggia greca, per risparmiare rispetto a un ristorante stellato a Parigi. O, semplicemente, per tornare a casa dal luogo in cui si è emigrati per lavorare. Per gli ospiti, però, questo può voler dire doversi pagare viaggio e soggiorno. In quel caso, non è scortese ridurre il budget per il regalo in maniera proporzionale alla spesa sostenuta per presenziare all’evento.

 Nessuno è esentato

Una damigella, il papà della sposa… si potrebbe pensare che hanno già dato il loro contributo di spesa partecipando al matrimonio come co-protagonisti. Ma questo non li esenta dal regalo. In questo caso, però, il galateo tollera che si opti per regali commemorativi o sentimentali, insomma simbolici – a volte proprio i più difficili!

Immagini via Flickr | Copertina di John Hope|Foto 1 di Ondřej Šálek