Come trovare lavoro con i social media

Come trovare lavoro con i social media

L’era dei social media è quel periodo storico in cui se svolgi lavoro in questo campo spesso non riesci a spiegare a tua nonna come ti guadagni da vivere. Social media strategist, online community manager, Seo specialist: anche se per la nonna possono suonare astruse, sono figure professionali sempre più diffuse . Le aziende richiedono ormai spesso profili in grado di occuparsi della loro esposizione sui vari Facebook, Twitter, Google+, YouTube, Instagram, Pinterest.

La presenza su queste piattaforme è indispensabile per costruire una strategia digitale in grado di promuovere un’azienda, sviluppare traffico mirato sul suo sito, costruire una relazione con i consumatori e i leader dell’industria. Per chi è interessato ai nuovi lavori nati con i social media, quindi, esistono diversi possibili sbocchi professionali, a patto ovviamente che si abbiano le giuste competenze.

Trattandosi di professioni emerse in tempi recenti, spesso ci si può anche costruire le competenze sul campo, sebbene una preparazione universitaria (per esempio in comunicazione o marketing) spesso è richiesta. Ma per chi vuole anche una preparazione teorica specifica, iniziano a diffondersi corsi che insegnano tecniche per lavorare sui social media. Ma quali sono le nuove figure professionali nate con i social media?

Online community manager: cosa fa?

Il community manager, o online community manager, è la persona che si occupa della costruzione di una comunità virtuale di persone che condividono gli stessi interessi o le stesse idee, e fa da tramite tra quest’ultima e l’azienda. Lo scopo del manager è quello di usare le comunità per incrementare la fidelizzazione a un determinato brand, aumentare il traffico web della società e migliorare il suo posizionamento sui social media. È un lavoro che richiede creatività, doti di comunicazione, capacità analitiche e profonda conoscenza del business dell’azienda. Spesso per questo tipo di lavoro piò essere utile conoscere gli strumenti necessari per la creazione di contenuti online, come saper costruire un blog e montare un video.

Social media manager: qual è il suo lavoro?

Il social media manager è una figura professionale che conosce i social come le sue tasche ed è in grado di sviluppare specifiche strategie per ciascuno di essi, nell’ambito delle strategie di marketing e comunicazione dell’azienda. In pratica è la persona che gestisce gli account social della società, ne cura l’esposizione, implementa strategie che consentono di far crescere il suo numero di follower, creando un legame con loro, in modo da trasformarli in clienti e promotori dell’azienda. Per poterlo fare occorre conoscere bene le dinamiche, i trend e le best practice dei social, avere una giusta dose di creatività, sapere come si costruisce un’audience digitale. È un profilo professionale contiguo a quello dell’online community manager, ma non uguale: il community manager cura più da vicino la gestione della comunità e il rapporto con l’azienda, mentre il social media manager è più concentrato sulla promozione di contenuti.

Social media strategist: di cosa si occupa?

Il social media strategist è un professionista, spesso esterno alla società, che lavora alla costruzione di un profilo pubblico dell’azienda sui social. Lo strategist definisce quali sono i social sui quali l’azienda deve posizionarsi e con quali contenuti e imposta per ciascuno di essi una strategia di marketing e comunicazione per raggiungere un determinato pubblico, creare una determinata comunità, attirare gli influencer, ottenere certi obiettivi legati al rafforzamento del marchio.

Social media analyst: quali sono i suoi compiti?

Il social media analyst si occupa di seguire ciò che avviene sui social media e di analizzarne i dati. I risultati di questo lavoro da una parte vengono utilizzati per individuare un pubblico target e trend utili per l’implementazione di strategie di marketing e promozione del brand, dall’altra per misurare il Roi (return on investment, cioè il ritorno sull’investimento dell’azienda sui social media.

Search engine optimization (Seo) specialist: chi è?

Lo specialista Seo è una figura professionale in circolazione già da diversi anni, perché è la persona che si occupa di ottimizzare il posizionamento sui motori di ricerca, lavorando quindi con varie operazioni tecniche sui contenuti (per esempio, sulle parole chiave) e sulla struttura del sito dell’azienda. Con l’affermazione dei social media, avere un sito impeccabile in base ai parametri Seo non basta, perché è necessario anche occuparsi di come i social media influenzano il posizionamento dell’azienda. I contenuti vanno ottimizzati anche per diventare più facilmente visibili e avere una maggiore penetrazione sui social media; a sua volta, un più efficace posizionamento sui social media determina un migliore ranking su Google, Bing, Yahoo, e gli altri motori di ricerca.

Blogger o social media copywriter: come diventarne uno?

I blogger e i social media copywriters son le figure che concretamente consentono alle aziende di stare sulle piattaforme social, perché si occupano di scrivere post, commenti, messaggi e di interagire con i follower. L’obiettivo è quello di creare contenuti di qualità – spesso in grado di creare un interesse nei confronti della società o dei suoi prodotti – attirando così lettori e follower e aumentando la platea di utenti che seguono l’azienda.

Immagine di WOCinTech Chat via Flickr