Legge di Bilancio 2018: 5 dritte per risparmiare migliaia di euro l’anno prossimo

Legge di Bilancio 2018: 5 dritte per risparmiare migliaia di euro l’anno prossimo

Il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri comincia con “In considerazione del miglioramento del quadro economico”, il che fa presagire qualcosa di buono. E infatti la Legge di Bilancio 2018 – quella che veniva comunemente definita “manovra finanziaria” – quest’anno vale 20 miliardi e contiene numerosi sistemi di bonus e detrazioni. Vediamo i 5 che dovresti conoscere per cominciare il tuo 2018 risparmiando un po’ di soldi.

Attenzione a come funziona la Legge di Bilancio

Il nuovo Disegno di Legge di Bilancio 2018 è stato presentato in Parlamento a ottobre e sarà approvato in via definitiva entro il 31 dicembre. Definisce i conti dello Stato nel triennio 2018-2020, con particolare attenzione al prossimo anno.

Il 30 novembre la Commissione UE dovrà esprimere un primo parere in merito ai provvedimenti italiani e degli altri Stati membri: sarà un passaggio cruciale.

C’è quindi ancora tempo per modificare i 120 articoli del documento, ma intanto sappiamo che nel testo finale presentato al Senato, sono presenti alcune proposte di bonus e detrazioni molto convenienti per tutti.

Detrazioni fino a 250 euro per i pendolari

Sarà possibile detrarre il 19% delle spese sostenute per gli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico, sia locale – come bus e metro – sia regionale o interregionale, fino ad un massimale di 250 euro. Possono essere portate in detrazione le spese sostenute anche dai propri familiari.

Bonus verde fino a 1.800 per i giardini

Sarà possibile sfruttare una detrazione fiscale del 36% per spese fino ai 5.000 euro per sistemare il verde di aree scoperte come giardini, terrazzi, balconi anche condominiali. Il limite di spesa è calcolato sull’immobile quindi si applica anche alle seconde case. È il momento di farsi venire il pollice verde e magari realizzare un giardino pensile in terrazzo.

manovra-finanziaria-2018-1
Detrazioni per le assicurazioni sulla casa

Un’altra novità è la detrazione al 19% delle spese per le polizze assicurative contro eventi calamitosi. Rientrano in questo ambito le assicurazioni per immobili ad uso abitativo (non sono quindi ad esempio coperti uffici o capannoni industriali) che proteggono dalle calamità naturali. Se si sta pensando ad una polizza per la propria casa, il premio relativo a questi rischi specifici potrà essere portato in detrazione, ma solo per polizze stipulate a partire dal 1° gennaio 2018.

Iva agevolata al 10% per i concerti

Come già avviene per gli spettacoli teatrali, l’IVA agevolata al 10% è stata estesa agli spettacoli musicali dal vivo, cioè i concerti. Concettualmente, questo significa che la musica rientra a pieno diritto tra le attività culturali sostenute dallo Stato. Nella pratica, c’è una buona possibilità che i biglietti per i concerti costino quasi un 10% in meno.

manovra-finanziaria-2018-2
Ancora un anno per il bonus energia

Esteso di un anno esatto fino al 31 dicembre 2018, il vecchio bonus energia per le ristrutturazioni, l’acquisto di immobili ed elettrodomestici. Chi non ne avesse approfittato quest’anno, potrà infatti beneficiare di detrazioni anche per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2018. Per le ristrutturazioni edilizie, anche opere di manutenzione ordinaria, si tratta di una detrazione del 50% su un massimo di spesa pari a 96.000 euro. Resta la detrazione al 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici fino ad un massimale di 10.000 euro. Sarà molto importante documentare tutte le spese con regolari fatture e bonifici.

Altre buone notizie

Sembra scongiurato l’aumento delle aliquote IVA del 10% e del 22%: dal 1° gennaio 2018 erano stati ventilati aumenti rispettivamente di 1,5 punti e 3 punti percentuali. Tali incrementi potrebbero invece decorrere dal 2019, ma almeno per il prossimo anno possiamo stare tranquilli.

Sono confermati invece i bonus a favore dell’occupazione giovanile (con sgravi del 50% sui contributi per le imprese) e il bonus cultura per chi compierà 18 anni nel 2018 (500 euro da spendere per l’acquisto di biglietti, libri o musica).

A conti fatti, il risparmio per le famiglie nel 2018, grazie alle nuove misure della Legge di Bilancio, potrebbe essere piuttosto cospicuo. Ovviamente occorre fare attenzione a documentare tutte le spese effettuate secondo i termini previsti dai bonus e presentarle regolarmente in dichiarazione dei redditi.