Le 11 regole di John Rampton per reinventarsi nella vita

Le 11 regole di John Rampton per reinventarsi nella vita

 “Solo perché nella tua vita adesso fila tutto liscio non significa che debba andare bene per sempre”. Inizia così la lettera di John Rampton a Business Insider, iconico magazine d’affari americano online. “Puoi sognare di aprire una nuova impresa. Puoi trasferirti in un’altra città. Puoi innamorarti e disinnamorati. Puoi perdere qualcuno che ami. In altre parole, la vita accade e mette la tua vita completamente sotto sopra.”

John Rampton è un imprenditore americano che, nel 2010, ha fondato Pixloo con una semplice idea: trasformare il mercato immobiliare in un mercato virtuale, facendo tutto tramite internet – dalla visita della casa (attraverso tour virtuali) alla vendita. 42 giorni dopo il lancio, John aveva già 80mila clienti e si era attirato l’interesse delle più grandi compagnie immobiliari statunitensi. In quel momento, la sua vita era quanto di più vicino all’American Dream, per un ragazzo che solo pochi anni prima si era pagato il college lavorando come muratore, finendo con un grave infortunio che lo aveva quasi costretto sulla sedia a rotelle. La sua Pixloo venne in fretta acquistata per una cifra a 6 zeri. A quel punto, John aveva un bel conto in banca, un lavoro con un salario da sogno, e per di più si era appena sposato.

Il futuro sembrava talmente roseo da spingerlo a iniziare una nuova avventura: investire tutti i suoi risparmi per comprare una start-up chiamata Organize.com, creata per aiutare le persone a organizzare le proprie vite. Il modello di business era semplice e consisteva nel vendere online tutto quanto potesse riguardare l’organizzazione personale. Per quasi un anno, tutto era andato bene: la compagnia viaggiava con fatturati vicini al milione di dollari al mese – ricavati per lo più tramite vendite sulla piattaforma di Amazon. Ma che, all’improvviso, decise di chiudere unilateralmente l’account che Organize.com aveva sul sito, a causa di un calo nel livello di soddisfazione dei clienti.

Fu impossibile riprendersi da quel colpo: in poco tempo la compagnia chiuse i battenti e John rimase solo, con enormi debiti. “Non avrei mai immaginato di perdere fino all’ultimo centesimo. All’improvviso, passai da multimilionario a squattrinato”, spiega Rampton nella sua lettera. “Quella esperienza però mi ha insegnato tanto sulla necessità di reinventarsi e di adattarsi al cambiamento, affrontando le avversità”. Ecco alcune delle lezioni imparate.

Il cambiamento deve partire da te

“Ci sono momenti in cui dobbiamo per forza reinventarci. Quando la mia compagnia ha fallito, non avevo alcun altro posto in cui andare se non avanti. Molti imprenditori si trovano in queste situazioni. Ho in fretta capito che, se non vuoi cambiare, non cambierai mai. Nel mio caso, non volevo che la mia famiglia finisse senza un tetto sulla testa, quindi mi sono costretto ad adattarmi al cambiamento improvviso”.

 Svegliati presto

“Non sono mai stato una persona che amava alzarsi al mattino. E, onestamente, tuttora non sono una persona in grado di iniziare la propria giornata alle 4:00. Mi sono però dato l’obiettivo di non alzarmi mai più tardi delle 6:30. Una volta iniziata questa nuova routine, mi sono reso conto che avevo più tempo per tutte quelle attività che mi rendono una persona migliore – sia professionalmente che personalmente. Ho capito che, poiché nessuno è sveglio a quell’ora, posso fare molte cose in più. Specialmente sul lavoro”.

Stabilisci le tue priorità

“Non ci si reinventa da un giorno all’altro. Ricordate il lavorare duro di cui ho parlato prima? Ciò richiede dedizione e pazienza. Bisogna dedicare almeno un’ora al giorno per raggiungere i propri obiettivi. Questo significa stabilire le proprie priorità creando liste e utilizzando strumenti per l’utilizzo efficiente del tempo”.

Impara

“Che si tratti di leggere un libro, andare a una conferenza o iscriversi a un corso online, trova modi per aumentare la tua conoscenza. Questo ti renderà una persona più completa e ti aiuterà a crescere personalmente e professionalmente. L’apprendimento continuo ti renderà anche più motivato, svilupperà le tue capacità mentali e ti permetterà di conoscere nuove persone e nuove idee”.

Non avere paura di sperimentare

“Prova nuove cose, sperimenta con progetti divertenti. Dopo aver perso la mia compagnia, ho intrapreso tante strade differenti. Ho provato tutto, dal fare il blogger al fondare una compagnia di pagamenti digitali. Alcune di queste hanno avuto successo, altre no. Quello che è davvero importante è non avere paura di provare.”

Sii onesto con te stesso – e con gli altri

“Devi essere onesto con te stesso e con gli altri lungo il tuo cammino. Non sono una persona umile. Quindi, quando la mia compagnia è andata in bancarotta, non volevo parlarne con nessuno. Ma bisogna smettere di essere ossessionati da . Più le persone sanno, più possono aiutarti. E questo vale anche per te stesso. Impara a essere onesto con te stesso e ad affrontare alcune delle tue paure”.

Non giustificare le tue decisioni

“A proposito di onestà, se qualcuno mette in dubbio le tue decisioni, sii trasparente. C’è una ragione per le tue scelte e, se hai passione e un piano concreto, le opinioni degli altri non dovrebbero impedirti di andare avanti. Alla fine, le altre persone dovranno accettare le tue buone ragioni”.

Gestisci le tue finanze

“Non sempre ci si può reinventare gratuitamente. Per esempio, se vuoi cambiare carriera, potresti dover seguire workshop o corsi universitari. Proprio per questo è importante stabilire un budget e rispettarlo, in modo da avere abbastanza fondi per completare la propria trasformazione. Ecco il mio suggerimento: metti da parte il 20% di quello che guadagni. Io preferisco avere in banca fondi liquidi per almeno 12 mesi.”

Segui la regola delle 24 ore

“Se, per esempio, conosci qualcuno a un evento di networking, dovresti contattare questa persona entro 24 ore per rimanere impresso nella sua memoria e iniziare a costruire una relazione più forte.”

Fai un passo alla volta

“Reinventarsi è un processo che può durare anni. Non sovraccaricarti. Fai passi graduali, che possano aiutarti ad ottenere il tuo obiettivo finale. Per esempio, se vuoi semplicemente perdere peso, il primo step sarebbe uscire per una camminata, il secondo stabilire un calendario, poi iscriversi in palestra e infine iniziare a mangiare in maniera più salutare. Fai un passo alla volta.”

 Accetta il fallimento

“Non potrai mai prendere in mano una chitarra per la prima volta e improvvisamente essere Jimi Hendrix. Fallirai molte volte prima di riuscire a suonare Voodoo Child. Reinventarsi richiede pazienza e duro lavoro. Lungo il cammino dovrai fronteggiare il fallimento. Accettalo. Impara da esso. E continua ad andare avanti. Perché ce la puoi fare”.

Immagine di Joel Bez via Flickr

Di Felice Centofanti