Album da ascoltare in auto: il disco giusto per il mood del tuo viaggio

Album da ascoltare in auto: il disco giusto per il mood del tuo viaggio

Capita spesso di dover fare viaggi in auto per lavoro e per diletto.
C’è chi macina chilometri in solitaria come se non ci fosse un domani e in questi casi l’amica giusta può essere la musica.
Ecco alcuni consigli sugli album da ascoltare in auto in base al mood del proprio viaggio.

Viaggio classico/nolstalgico

Se sei un nostalgico-classicone, allora non puoi non ascoltare questi album carichi di rock e di vecchie sonorità che ti faranno tornare alla mente i tempi passati e viaggiare in auto con un sorriso sulle labbra.

Speaking in tongues dei Talking Heads. Il disco è del 1983 e contiene This must be the place, una delle tracce riportate in auge con il film omonimo di Paolo Sorrentino uscito qualche anno fa;
Breakfast in America dei Supertramp. L’album del 1979 è uno dei classici che ognuno dovrebbe conoscere. Traccia da ascoltare assolutamente Logical Song;
Brothers in Arms dei Dire Straits. In quest’album ci sono pezzi indimenticabili come Money for nothing o Your Latest Trick dove la linea del sax è entrata nella storia musicale. L’album è del 1985.

Viaggio d’atmosfera

Se ami la guida rilassata nella tua auto non può mancare:

Homogenic di Bjiork del 2001, uno degli album più intimisti dell’artista islandese che con i riverberi della voce ti farà viaggiare e immaginare allo stesso tempo;
Brian Eno: qualsiasi album dell’autore è indicato per un viaggio in atmosfera relax, ma ti suggerisco di ascoltare The Drop del 1997;
Mezzanine – Massive Attack del 1998 che contiene una delle tracce più famose del trip-hop, parliamo di Teardrop

Viaggio elettronico

Se hai bisogno di caricarti e avere una guida sveglia e stimolante, questi tre album fanno al caso tuo.

The Man Machine dei Kraftwerk del 1978. Sintetizzatori e dialoghi tedeschi per un viaggio all’insegna di buone vibrazioni;
The Devil’s Walk del dj Apparat. L’album è del 2011;
Berling Calling di Paul Kalkbrenner. Il disco è del 2008. Traccia più famosa Sky and Sand, da ascoltare su un rettilineo in autostrada per caricarsi e riflettere allo stesso tempo;

Viaggio all’italiana

Anima Latina di Lucio Battisti pubblicato nel 1974. Rappresenta un lavoro sentimentale del musicista italiano partorito all’indomani di un viaggio in America Latina. Si discosta dagli altri album per la produzione sperimentale che ne venne fuori;
Creuza de ma di Fabrizio De André del 1984. L’album è tutto cantato in genovese, ideale se ti stai dirigendo verso le Cinque Terre.
Anni ‘70 di Lucio Dalla del 1998. Raccolta nostalgica dei maggiori successi di Lucio Dalla;