Le cinque band che devono assolutamente fare una reunion

Le cinque band che devono assolutamente fare una reunion

Negli ultimi anni abbiamo avuto la fortuna di vedere sul palco band che pensavamo non avremmo rivisto mai più. Blur, Stone Roses, Stooges, Libertines, Pixies… Gruppi che anche chi era troppo piccolo per vedere a quei tempi ha avuto modo di conoscere su un palco e non solo su CD. Qualcuno di questi storici gruppi nel suo tour mondiale ha toccato anche l’Italia.

Ci sono altri gruppi però che pur avendone le possibilità non hanno ancora seguito questo esempio.

La rivista musicale NME ha deciso di stilare la classifica delle reunion che aspettiamo con più ansia.

LCD Soundsystem

James Murphy ha sciolto il suo gruppo da soli 4 anni, ma il vuoto che ha lasciato è gigantesco.

Gli LCD Soundsystem avevano all’attivo 3 album, amatissimi dal pubblico, elogiati dalla critica, avevano portato un suono diverso e originale nel genere dance che nessuno ha saputo ripetere con tanta genialità in questi anni.

Led Zeppelin

I Led hanno suonato soltanto una volta negli ultimi 20 anni: è stata una reunion per un concerto di beneficenza a Londra, nel 2007. Quando i fan hanno saputo che sarebbero saliti sul palco dell’Arena 02 le richieste di prevendita per quel concerto sono arrivate a 20 milioni in 24 ore, entrando nel Guinness dei primati.

The Smiths

Questa è una band che tutti vorremmo rivedere su un palco ma che quasi sicuramente, più delle altre di questa classifica, non rivedremo mai più. Tra i quattro Smiths infatti non corre buon sangue ormai da tempo: cause legali, autobiografie scomode… Difficile che i quattro condividano non tanto un palco ma pure il camerino prima del concerto.

The White Stripes

L’ultimo album è stato Icky Thump pubblicato 4 anni fa. Nel 2011 uno dei gruppi più importanti degli anni duemila si è sciolto. Jack e Meg White hanno promesso però che manderanno in stampa tutto il materiale inedito e live. Il motivo dello scioglimento non è dipeso né da questioni di salute né divergenze artistiche: “ma per una miriade di ragioni, principalmente per conservare tutto ciò di bello e speciale che appartiene alla band e che merita di rimanere così”.

Oasis

La storia di questa band è sempre stata travagliata. I due fratelli di Manchester, Liam e Noel, litigavano anche quando suonavano insieme. A distanza di anni dallo scioglimento ufficiale, 2009, è impossibile ricostruire i fatti scaricando le colpe su uno o dando ragione all’altro.

Il dibattito su una reunion della band è sempre aperto, vista l’imprevedibilità dei due leader, e destinato a non placarsi fino a quando non li rivedremo su un palco insieme.

Immagine via Wikimedia