Cinque storici concerti che puoi scaricare legalmente e gratis

Cinque storici concerti che puoi scaricare legalmente e gratis

Io c’ero”: quanta invidia e quanta suggestione possono innescare queste poche parole? Quando parliamo di concerti storici del rock la “presenza” certifica non soltanto la passione che abbiamo per quel determinato gruppo o cantante, ma anche la “partecipazione a un evento storico”, qualcosa che negli anni diventerà prezioso e un cult.

Abbiamo ascoltato i più importanti della storia come quello di Simon & GarfunkelHendrix, Rolling Stones e Beatles, o quelli con più spettatori paganti (visto l’ultimo straordinario successo di Vasco Rossi a Modena che ha stracciato ogni record).

Tanti sono gli eventi di questo tipo che hanno fatto la storia, ma per chi non ha potuto essere presente, per fortuna, viene incontro internet: nei suoi cataloghi digitali basta cercare a fondo per trovare chicche indimenticabili. Su Live Music Archive hai, per esempio, la possibilità di scaricare materiale audio e video di moltissime band, gratuitamente e legalmente, dai Grateful Dead agli Smashing Pumpkins, passando per Brian Eno e molti altri. Tra questo materiale ci sono tantissimi concerti, ne abbiamo voluti raccogliere cinque, seguendo il suggerimento della prestigiosa rivista musicale Pitchforkmedia.

Elliot Smith – Portland 1994

Elliot Smith è stato un musicista americano tra i più influenti delle ultime generazioni. Morto a soli 34 anni, è diventato (grazie al cinema che lo ha riscoperto) uno degli ultimi miti del rock alternativo. Figura malinconica e musicista raffinatissimo, con chitarra o pianoforte i suoi brani sviluppano arrangiamenti originali e complessi e si sente tantissimo l’influenza dei Beatles. Questo concerto è oro per tutti i suoi fan e non solo. Con ogni probabilità si tratta del suo primo live da solista. I pochi fortunati che erano presenti a Portland il 17 settembre del 1994 sono stati testimoni di un evento incredibile che oggi possono riascoltare tutti. Puoi scaricarlo e ascoltarlo qui.

Steve Reich – UC Berkeley 1970

Musicista eccelso, ha vinto i più prestigiosi premi internazionali: come il Pulitzer, e il Leone d’oro alla carriera. L’eredità di Steve Reich (insieme a quella di Philip Glass e Terry Riley) e di tutto il movimento minimalista degli anni ’70 si può ascoltare ancora oggi. In questo concerto di inizio anni Settanta, quando il movimento si stava formando, c’è “Four Organs”, una composizione di 4 organi e maracas, che il critico musicale Alex Ross ha definito “crudele e da fine del mondo”.  Puoi scaricarlo e ascoltarlo qui.

Warren Zevon & Jackson Browne – Olanda 1976

I più giovani non conosceranno forse Zevon. È stato tra gli anni ’60 e gli ’80 tra i cantautori americani più originali. La sua figura è legata profondamente a quella di Jackson Browne, decisamente più noto. Questo concerto è un bel modo per conoscere entrambi, all’apice della loro carriera nel ’76. Una conversazione musicale dove le due voci si armonizzano splendidamente. Puoi scaricarlo e ascoltarlo qui.

Robbie Basho – Iowa 1978

Robbie è stato tra i pionieri della chitarra folk negli Stati Uniti. Virtuoso, colto, unico: univa la musica alla filosofia dando vita a capolavori sinfonici con la sola incredibile tecnica del fingerpicking (“pizzicare con il dito”). In lui convivevano musica classicablues e canzoni tradizionali americane. Puoi scaricarlo e ascoltarlo qui.

Robyn Hitchcock – New York City 1989

Ex componente dei Soft Boys, gloriosa band post punk della seconda metà degli anni ’70, Robyn, alla fine degli anni ’80, mise su insieme ad alcuni ex componenti della band gli Egyptians. In questa registrazione del 1989 puoi ascoltare alcuni tra i suoi pezzi più amati, come “Madonna of the Wasps” e “Balloon Man” (che divenne una hit trasmessa a ripetizione su MTV). Jonathan Demme, regista e amante della musica, girò nel 1998 un documentario su di lui. Il concerto puoi scaricarlo e ascoltarlo qui.

Immagine via Flickr