I cinque effetti benefici della musica

I cinque effetti benefici della musica

La musica, l’arte più impalpabile che ci sia, nasconde poteri che ancora non siamo in grado di conoscere completamente. Ci carica, ci consola, ci rallegra. Ma come fa a fare tutto questo?

Secondo la dottoressa Nina Kraus più ascoltiamo musica più il nostro cervello funziona bene, mentre secondo uno studio pubblicato su PLoS One, condotto dal professore Simon Baron-Cohen e dal suo team di ricercatori dell’università di Cambridge i gusti musicali rivelerebbero il modo in cui pensiamo, il modo in cui ci relazioniamo con il mondo e con gli altri. Questi sono soltanto due esempi di studi che confermano quanto il nostro cervello sia effettivamente “colpito” dall’influenza positiva della musica. Continuiamo su questo filone e vediamo insieme quali sono gli effetti più strani e interessanti.

Secondo la professoressa Dorothy Retallack dell’università del Colorado la musica incoraggerebbe anche la crescita delle piante. La ricercatrice ha fatto ascoltare due generi diversi a due gruppi identici di piante. Dopo due settimane le piante che avevano ascoltato la musica rock erano cresciute curve e con le foglie ingiallite, le piante che avevano ascoltato musica soft lounge invece erano più verdi e rigogliose, protese verso la fonte musicale.

La musica è un importantissimo aiuto anche per quanto riguarda la riabilitazione cognitiva. Può migliorare la condizione di pazienti colpiti da ictus, e può far riacquistare le funzioni linguistiche e sonore. Come puoi vedere in questo breve video:

Tra gli effetti benefici della musica c’è anche il cuore. È stato infatti dimostrato che la musica (rilassante) può risultare utile nella convalescenza di pazienti che hanno subito operazioni cardiache o sono reduci da infarto, perché è in grado di abbassare la pressione sanguigna, il battito cardiaco e riduce l’ansia.

Un altro aiuto che può dare la musica (talmente efficace che bisogna andarci piano) è quello di dare la carica in palestra. Ascoltare musica galvanizzante, secondo uno studio britannico del 2005, può migliorare fino al 20% le prestazioni sportive.

Altro strumento efficacissimo della musica, proprio come lo sport, è togliere i ragazzi più disagiati dalla strada. Non soltanto, ma secondo uno studio del 2009 imparare a leggere la musica in età di sviluppo potenzierebbe le abilità di lettura generali, dando una marcia in più anche a scuola.

Immagine via Flickr