Metallica, guida per principianti

Metallica, guida per principianti

Quando si parla di musica rock, e quindi di tutte le sue sfumature—classiche, virtuosistiche o ruvide che siano—si deve ovviamente menzionare anche la musica metal: il sotto-genere più duro e aggressivo del rock. E quando si parla di metal, non si possono non menzionare i Metallica.

Attivi da quasi 40 anni, e con 11 album in studio all’attivo, i Metallica sono infatti una delle band metal più famose di tutti i tempi. Oltre ad aver venduto oltre cento milioni di dischi, la band statunitense nel corso della carriera è anche riuscita a vincere nove Grammy Award.

Nati nel 1981 in seguito all’incontro del chitarrista e cantante James Hetfield con il batterista Lars Ulrich—a cui si uniscono poi il chitarrista solista Kirk Hammett e il bassista Cliff Burton (scomparso nel 1986 in seguito a un tragico incidente)—i Metallica pubblicano il loro primo disco due anni più tardi.

Kill ‘Em All è un esordio estremamente potente: ancora oggi l’album viene ricordato come uno dei migliori dischi di trash-metal della storia.

L’anno successivo, sull’onda dell’entusiasmo, viene pubblicato Ride the Lightning: un album che rispetto al primo presenta alcune differenze tecniche. Cambi di ritmo più variabili, e virtuosismi tecnici di Hammett. Il disco ottime fin da subito un’accoglienza ottima, e vende oltre otto milioni di copie in tutto il mondo.

Nel 1986, poi, la band pubblica il terzo lavoro in studio—che secondo molti è il miglior disco in assoluto dei Metallica—e batte il record di vendite del disco precedente, riuscendo a salire a 12 milioni di copie. Master of Puppets è un album che contiene molte tracce diventate celebri fra i fan della band, in particolare Welcome Home.

Passati altri due anni, la band torna in studio e registra il quarto album, …And Justice for All. Nonostante per molti fan il disco rappresenti un piccolo stop all’interno della produzione della band, per certi versi questo album è molto importante: i suoi arrangiamenti più raffinati spingono la band verso il progressive metal, e fanno sperimentare altre varianti di questo genere.

L’album successivo però, anche per colpa delle critiche ricevute, spinge la band a tornare al suo stile classico: Metallica (1991) è infatti un album pieno di grandi hit in pieno stile del gruppo, come The UnforgivenNothing Else Matters.

A questo punto, però, la vena innovativa della band è come se si fosse esaurita: nei successivi 15 anni i Metallica pubblicano altri sei dischiLoadReLoadSt. AngerDeath Magnetic, Lulu (insieme a Lou Reed), e Hardwired… To Self-Destruct—senza più ritoccare le vette altissime dei primi album.

Immagini: Copertina