I modi più strani di suonare gli strumenti

I modi più strani di suonare gli strumenti

La musica rispetto alle altre arti non si basa su una materialità, sulla creazione di un vero e proprio oggetto fisico, ma attraverso una successione di suoni è in grado di comunicarci precise emozioni che arrivano in profondità.

Per questo motivo, prima di tutto, la musica si basa sull’ascolto e poi, nel caso di un concerto live, anche sulla visione di uno spettacolo che può arricchire il concerto. Difficile separare per quanto riguarda il rock, l’aspetto scenico da quello prettamente sonoro.

Nel corso della storia ci sono stati tantissimi musicisti che hanno voluto mostrare la loro eccentricità attraverso modi originali di suonare gli strumenti più famosi. Ce ne sono nella musica rock ma anche nella classica. Eccone qualcuno.

Jimi Hendrix

Jimi Hendrix è stato il primo a portare la chitarra elettrica oltre i suoi limiti. La bellezza del gusto musicale di Jimi si univa anche alla bellezza del gesto, a volte polemico, sconvolgente, a volte da vero pazzo. La chitarra elettrica lui l’ha suonata in ogni modo, anche con i denti e mentre andava a fuoco. Il tutto, poi, alla fine degli anni sessanta, il che lo rende un autentico pioniere.

Jimmy Page

Altro grande chitarrista della musica rock, chitarrista che ha dominato gli anni ’70 con la sua band, i Led Zeppelin, è stato Jimmy Page. È stato il primo a suonare una Les Paul con un archetto di violino. Il suono non è il massimo, bisogna dirlo, ma scenicamente lo spettacolo è affascinante.

Salut Salon

Cambiamo completamente genere e spostiamoci nella musica classica, parlando del quartetto tutto femminile delle Salut Salon. Tedesche di Amburgo queste quattro musiciste hanno attirato l’attenzione dei media per un modo incredibile di suonare gli strumenti. Anzi, più modi, visto che senza mai fermarsi durante l’esibizione sono in grado di passarsi gli strumenti oltre che suonarli a testa in giù.

Davie504

Il bassista e youtuber italiano ha realizzato un video in cui mostra ben 30 modi di suonare il basso. Con il plettro, con lo slap, con i denti, con gli armonici… Quello che conta, insomma, è essere creativi.

Vittorio Camardese

In questa originale classifica c’è spazio anche per un grande musicista che purtroppo pochi conoscono. Nel 1965, prima di Hendrix, un simpatico signore di nome Vittorio si presenta timidamente a una trasmissione italiana condotta da Arnoldo Foà. La sua particolarità è quella di suonare in un modo che dice alle telecamere “ha inventato lui“. Anni dopo, quel modo di suonare sarà uno dei più usati da tutti i più grandi chitarristi, come Brian May e Van Halen che gli riconosceranno il merito.

Immagine via YouTube