La cover hard rock di

La cover hard rock di "Heroes" suonata dai Motörhead

Per realizzare una cover perfetta non bisogna ripetere in maniera identica l’originale, riproducendo a pappagallo gli stessi suoni. Quello che rende un omaggio un grande omaggio è riprendere l’essenziale del pezzo che si sta risuonando e metterci dentro il proprio spirito, lo stile che ci contraddistingue, il nostro suono.

Nella storia della musica ci sono tantissimi esempi di cover talmente belle che molti ascoltatori, anche i più raffinati, le hanno scambiate per le originali. Come per esempio i Nirvana che hanno suonato “Where did you sleep last night” (nel leggendario live a New York) ma che in realtà è un brano di Lead Belly.

O ancora “Hey Joe“, un pezzo firmato da Billy Roberts, che il grande Jimi Hendrix ha stravolto, arricchito ed elettrizzato (come soltanto lui sapeva fare).

Cover notevoli sono state fatte anche per le colonne sonore, come nel caso del lavoro del maestro Ennio Morricone. Altre possono essere pezzi di vero e proprio virtuosismo, come la reinterpretazione in 20 stili differenti di un pezzo dei Red Hot Chili Peppers.

Ma le cover che a noi piacciono di più sono quelle che hanno una doppia valenza, che celebrano allo stesso tempo due grandi artisti, l’autore dell’originale e quello della cover. Come abbiamo visto per Chris Cornell, nell’esibizione struggente di un brano di Prince.

Così come nel caso sopracitato, anche stavolta vogliamo condividere il ricordo di due artisti scomparsi di recente che ancora oggi fanno venire i brividi a tutti gli amanti del rock: Lemmy e David Bowie.

Il cantante dei Motörhead, scomparso il 28 dicembre 2015, ponendo fine anche alla carriera della band, si divertiva molto a realizzare cover dei suoi pezzi preferiti, ovviamente in pieno stile hard rock, senza snaturarsi.

Il primo settembre è stato pubblicato un album postumo della band, intitolato Under Cöver, dove si possono ascoltare omaggi musicali che spaziano dai Rolling Stones ai Sex Pistols. Tra le più belle del disco, di cui è uscito anche un video, c’è il capolavoro di David Bowie, prodotto da Brian Eno.

Il chitarrista dei Motörhead, Phil Campbell, ha così commentato il pezzo: “È una delle migliori canzoni di Bowie e la nostra versione suona alla grande: Lemmy la adorava”. Il video è stato montato con alcuni live esplosivi e foto di repertorio che stringono il cuore anche ai metallari più duri.

Immagine via Flickr