Presto potrai consultare 6 mila documenti personali di Bob Dylan

Presto potrai consultare 6 mila documenti personali di Bob Dylan

La musica è una delle cose più potenti al mondo: così potente da permetterti, con un paio di cuffie, di isolarti completamente in un altro pianeta. Ma ti sei mai chiesto da dove nasca una canzone?

All’origine di una bella canzone c’è sempre un’idea da appuntare da qualche parte prima che finisca nel dimenticatoio. Uno degli esempi più importanti di questo processo è sicuramente l’archivio di Bob Dylan.

Del musicista emblema della controcultura americana pensavamo di saper già tutto, ma è stato scoperto invece il suo più grande tesoro: più di 6 mila documenti conservati durante tutta la sua carriera. Dal momento in cui Bob Dylan è entrato nel mondo della musica, infatti, ha iniziato a custodire e ad accumulare con cura registrazioni, fotografie, lettere e soprattutto appunti e scarabocchi sulle sue indimenticabili canzoni.

Per circa 18 milioni di euro, l’archivio di Bob Dylan è stato acquistato da due istituzioni dell’Oklahoma: dalla George Kaiser Family Foundation e dall’Università di Tulsa. La buona notizia è che questo patrimonio sarà presto esposto, dopo essere stato catalogato, proprio nella città di Tulsa per chiunque voglia sapere di più sulla vita di Bob Dylan.

In realtà della possibile esistenza dell’archivio segreto di Bob Dylan si vociferava da tempo, ma la sua conferma sembra uno degli ultimi step verso la canonizzazione del cantautore sia come grande musicista che come grande letterato.

Tra i pochi documenti trapelati in anteprima, tra gli altri, sono stati presentati la bozza incompleta di Ballad of a Thin Man, una canzone del 1965, e un biglietto di Barbara Streisand in cui chiedeva a Bob Dylan nel novembre 1978 di registrare una canzone insieme, effettivamente poi mai registrata.

Bob Dylan ha confessato di essere felice del fatto che i suoi archivi abbiano trovato una casa e soprattutto perché questi “saranno messi insieme ai documenti di Woody Guthrie,” un musicista folk morto nel 1967 che ispirò Bob Dylan rendendolo il grande cantautore che noi tutti conosciamo.

Immagine via Flickr