I Rolling Stones riporteranno il rock a Cuba dopo quasi sessant'anni

I Rolling Stones riporteranno il rock a Cuba dopo quasi sessant'anni

Almeno una volta nella vita, avrai sicuramente canticchiato “Like a Rolling Stones” in macchina e parlato con qualcuno che indossava una maglietta con la linguaccia, il loro simbolo. È inevitabile: i Rolling Stones hanno segnato un’epoca e oggi puoi ritrovare un’impronta della rock band britannica nelle fotografie, nei film, nei vecchi biglietti dei concerti attaccati al muro o conservati in un cassetto.

Nella lunghissima lista delle tappe dei Rolling Stones, il concerto rimasto impresso nella storia è quello del 1969 a Berlino, il quale però non si tenne mai. All’epoca le voci di un loro possibile arrivo, mai confermato, crearono scompigli e disordini nella capitale tedesca già da otto anni divisa.

Oggi un annuncio, stavolta ufficiale, dei Rolling Stones segna una nuova piccola rivoluzione: la band al suo tour in America Latina ha aggiunto un appuntamento a Cuba.

Inserire nuove tappe in un tour è una normale pratica nel mondo della musica, ma in questo caso la scelta di Cuba segna il ritorno di un’importante band inglese nell’isola dopo quasi 60 anni e la rivoluzione del 1959.

Per festeggiare questa rottura col passato, i Rolling Stones suoneranno gratuitamente il 25 marzo nella Ciudad Deportiva de La Havana. L’evento, chiamato Concert for Amity, è organizzato in collaborazione con l’organizzazione Fundashon Bon Intenshon e l’Istituto per la Musica Cubana.

“Abbiamo suonato in molti luoghi speciali durante la nostra carriera, ma questo show all’Avana sarà un vero evento per noi“, hanno dichiarato i Rolling Stones attraverso questo video messaggio: “Grazie per averci accolto nel vostro meraviglioso paese. Speriamo di vedervi tutti alla Ciudad Deportiva de la Habana”.

Immagine via Flickr