Soundtrack map: la meravigliosa mappa per gli amanti delle colonne sonore

Soundtrack map: la meravigliosa mappa per gli amanti delle colonne sonore

Si chiama Soundtrack Map ed è la mappa, meravigliosa, creata dal genio Juan David Gómez. Una mappa che renderà felici tutti gli amanti del cinema e delle colonne sonore. Che a vederla così, sembra ricalcare le costellazioni dell’universo, per quanto è dettagliata. Collega un’infinità di colonne sonore cinematografiche (anche quelle meno conosciute) e ti permette non soltanto di scoprire l’autore di quel particolare brano che ti ha emozionato durante la visione, ma anche nuove canzoni e nuovi film perfette per i nostri gusti.

Per capire come funziona, vista la vastità del lavoro che c’è dietro, ci conviene partire da un esempio pratico. E poi lasciare il divertimento e la ricerca alle tue mani. Analizziamo, passo dopo passo, cosa Soundtrack Map ci mette a disposizione. Altre cose potrai scoprirle da solo. È bene ricordare una cosa. Tutto quello che ci mette a disposizione Soundtrack map è un’app completamente gratuita.

Primo passo: cercare la colonna sonora del nostro film o della serie tv

Stranger Things è una delle serie TV più amate e viste degli ultimi anni. Uno dei suoi punti di forza è la bellissima colonna sonora. Proviamo a cercarla all’intero della Soundtrack Map.

Una volta digitata nel motore di ricerca in alto, come fosse un radar rintracciamo all’interno di quell’infinità di stelle la nostra. Si avvicina e si allontana sfiorandone di diverse. Sono quelle colonne sonore, quegli artisti che per un motivo o per un altro (ora vedremo quali) fanno al caso nostro.

Ci sono le icone con il quadratino azzurro: che indicano i film. Le icone color carne, per le serie TV e quelle rosse che indicano le connessioni interne tra film e artisti.

Una volta cliccato sull’icona di Stranger Things ci viene presentato un elenco di musicisti. Tra i tanti che hanno partecipato alla colonna sonora, troviamo compositori e band, tra cui i Clash, gli Psycheldelic Furs, Cyndi Lauper, i Devo e i Toto, soltanto per citarne alcuni. Quasi ogni brano si può ascoltare sul posto, attraverso il link del video su YouTube. Quando presente.

Secondo passo: scoprire i collegamenti con gli altri film

A questo punto arriva il bello. Una volta rintracciato il brano della colonna sonora che ci è piaciuto proviamo a vedere se ritorna in qualche altro film. I collegamenti si trovano nella colonna di destra. Le linee che collegano gli elenchi possono essere di due colori. Il bianco sta a indicare i gruppi in comune, mentre il rosso la canzone.

Nel caso di Stranger Things, scopriamo che i New Order si possono “riascoltare” in Trainspotting e—in altre pellicole che trovi cliccando nelle “maggiori informazioni”. 

Aprendo poi gli “analytics” sotto il nome di un artista o di una colonna sonora, in alto nella pagina, puoi vedere le percentuali dei musicisti presenti all’interno del film.

Comincia subito con il tuo musicista preferito

Un altro modo per usare la Soundtrack Map è la ricerca per musicista. Digita ad esempio il maestro Angelo Badalamenti, che ha curato la colonna sonora di tantissimi film di David Lynch. Tra cui Twin Peaks. Oppure Tom Waits, il cui pezzo, bellissimo, Tom Traubert’s Blues compare in Basquiat di Julian Schnabel. Uno dei biopic sui pittori più belli del cinema. Potresti ad esempio scoprire, tramite Soundtrack Map, che il capolavoro di Paolo Conte, Via con me, compare in una commedia romantica degli anni Novanta, con Kevin Kline e Meg Ryan, intitolata French Kiss.

Immagine di copertina