Grazie a un algoritmo sarà possibile prevedere e prevenire i ritardi dei treni

Grazie a un algoritmo sarà possibile prevedere e prevenire i ritardi dei treni

I ritardi sono sempre eventi spiacevoli che tutti eviteremmo volentieri. Purtroppo chi è abituato a fare il pendolare si sarà reso conto che questo è il primo problema del trasporto pubblico.

Non è soltanto una questione italiana, ma mondiale. Un gruppo di ricercatori e di esperti della viabilità di Stoccolma ha creato un modello di previsione che permette di visualizzare l’intera rete ferroviaria della città e di proiettarla due ore in avanti.

Questo algoritmo permette di prevedere e prevenire gli eventuali ritardi. I ricercatori l’hanno chiamata “prognosi della viabilità” ed è il primo strumento che permette questo tipo di proiezioni. La previsione riguarda tutti i treni e la precisione non lascia spazio a dubbi sulla sua efficacia.

“Funziona come un sismografo” ha detto Wilhelm Landerholm, il capoprogetto: “Quando un treno non è in orario l’algoritmo calcola il rischio di un ritardo a catena sull’intero manto ferroviario”.

Il prossimo obiettivo della ricerca è quello di “tradurre” questo algoritmo in una app che tutti i pendolari svedesi possono usare, per avere le informazioni sulla viabilità di cui necessitano.

Il passo successivo sarà quello di trovare un modo per eliminare i ritardi in tempo reale. Una volta infatti che arriva la segnalazione del ritardo all’operatore della linea ferroviaria, con un netto anticipo di due ore, c’è tutto il tempo per risistemare la viabilità e non creare altro ritardo.

Il lancio dell’app è previsto per questo autunno, ma ovviamente sarà soltanto in Svezia. La speranza è che questo algoritmo possa essere usato anche in altre stazioni ferroviarie per risolvere un problema diffuso in tutto il mondo.

Immagine via Flickr