L'artista che ha percorso 100 km a piedi per denunciare l'inquinamento in Puglia

L'artista che ha percorso 100 km a piedi per denunciare l'inquinamento in Puglia

Nonostante diversi paesi e singole città si stiano attrezzando sempre più per combattere l’inquinamento, il percorso per ridurlo drasticamente è ancora lungo. Le soluzioni sono delle più disparate: nei Paesi Bassi si sta pensando di far circolare solo auto elettriche entro il 2025, Parigi ha vietato l’ingresso nella sua area a tutti i veicoli immatricolati prima del 2000, entro il 2019 il centro di Amburgo sarà totalmente libero dalle auto. Oltre a queste soluzioni, esistono però altri metodi per ricordare che è di vitale importanza preservare il nostro pianeta: tramite l’arte, ad esempio.

È il caso dell’ultima performance di Noel Gazzano, un’artista e antropologa italo-americana, che ha percorso in quattro giorni 100 chilometri per dire “no alla Puglia dei veleni.” Il suo cammino da Brindisi fino a Taranto ha ricevuto il il patrocinio dell’ISDE, l’Associazione Dei Medici Per l’Ambiente, e il benestare del comitato NO al Carbone di Brindisi.

noel gazzano 4

Il titolo della performance è “L’insopportabile contraddizione”—tra le bellezze attraversate nel territorio e i rischi sulla salute e sull’ambiente. Durante le sue giornate, l’artista ha percorso quattro tracciati: il primo giorno da Brindisi a Mesagne, il secondo fino ad Oria, il terzo da Oria a San Giorgio Jonico, e il quarto fino a Taranto, nella zona industriale dove l’inquinamento causato dalla diossina causò l’abbattimento di diversi capi di bestiame.

noel gazzano inquinamento

Inizialmente, l’idea dell’artista era di rappresentare la malattia con una barella, ma ha poi pensato di trasformarla in un’aiuola con dei germogli di Canapa. La scelta è ricaduta su questa pianta in quanto ha delle proprietà fitodepurative, ovvero la facoltà di assorbire le diossine presenti in un terreno inquinato.

noel gazzano 1 inquinamento

La barella, che doveva essere un simbolo di malessere, è stata alla fine trasformata in una metafora di rinascita. Lungo il percorso, l’artista ha annaffiato i semi e alla fine del viaggio ne ha piantato i germogli. I cittadini sono rimasti entusiasti della performance: l’obiettivo del viaggio era di smuovere gli animi e di stimolare il dibattito su salute e ambiente. La performance, però, è solo l’inizio di un percorso artistico più lungo: Noel girerà presto in tutta Italia con una mostra di foto e video sul tema.

Immagini via Facebook