A soli nove anni Zain Ackrim è il più giovane scalatore del Kilimanjaro

A soli nove anni Zain Ackrim è il più giovane scalatore del Kilimanjaro

Il Kilimanjaro è una montagna che mette a dura prova anche gli scalatori più navigati. Con i suoi 5895 metri è il monte più alto del continente africano e uno dei più alti al mondo.

Un’impresa che preoccuperebbe chiunque, ma non Zain Ackrim, un ragazzo inglese di 9 anni. Zain ha infatti raggiunto la vetta in soli sei giorni.

Nella spedizione insieme a lui c’erano anche il fratello Rehan, un poco più grande di lui, 12 anni, e il padre Reheel. La famiglia ha preso parte alla spedizione per una causa nobile, quella di raccogliere fondi per costruire scuole in Africa.

Zain, 9 anni e 11 mesi, soltanto quando ha raggiunto la vetta ha realizzato di aver battuto il record del più giovane scalatore britannico del Kilimanjaro. Il record assoluto spetta infatti a un bambino americano di 7 anni, anche se l’impresa ha suscitato polemiche visto che il bambino ha raggiunto la vetta grazie all’aiuto del padre che l’ha trainato.

Una volta tornato dalla scalata Zain ha rilasciato una breve intervista: “Sono molto felice di aver raggiunto la vetta, ci siamo preparati a lungo. Sono ancora molto stanco.”

Il padre ovviamente non soltanto è contento del record del figlio minore, ma dell’impresa di entrambi i suoi ragazzi che così piccoli sono riusciti a raggiungere un obiettivo per cui avevano lavorato duramente.

La preparazione del padre è infatti iniziata mesi prima, portandoli a scalare altre vette per allenarli. Tra le tante Zain e Rehan hanno scalato le Alpi italiane e lo Snowdon, il monte più alto del Galles.

Il padre non è riuscito a trattenere l’emozione quando ha ricordato lo sforzo dei figli: “Sono davvero fiero di loro. Erano sempre in piedi pronti a scalare davanti a tutti”.

Raheel ha confessato di essersi molto più preoccupato per sé che per loro.

“Quello che i miei due ragazzi hanno fatto è stato incredibile e una lezione di tenacia e resistenza per tutti noi”.

Immagine via Flickr